Quantcast

Eva Riccobono non sorride mai nelle foto, ecco i motivi

Eva Riccobono non sorride mai nelle foto. Appare sempre seria. Mai un sorriso. Anche negli scatti condivisi sui suoi profili Facebook e Instagram, Eva Riccobono non appare mai sorridente. Perché? La 33enne supermodella, attrice e conduttrice televisiva palermitana ha svelato i motivi in un’intervista rilasciata al settimanale Grazia, che le ha dedicato l’ultima copertina. Una delle donne più belle e affascinanti d’Italia, che è felicemente impegnata con il sound designer nonché dj Matteo Ceccarini dal 2004, ha confessato di non sorridere nelle foto perché non si sente a suo agio e in quel caso diventerebbe brutta! Brutta? Come può diventare brutta una delle donne più sensuali e intriganti del nostro Paese? Un’eresia praticamente…

Eva Riccobono - Foto: Facebook
Eva Riccobono – Foto: Facebook

La mamma vip del piccolo Leo ha dichiarato al magazine: “Bisogna essere oggettive: ci sono donne che hanno un bel sorriso e altre che, quando ci provano, perdono in stile. Io sono tra queste. Io rido e sorrido moltissimo nella vita reale, ma in quella professionale preferisco di no. Quando hai un lavoro come il mio, non sei obbligata a fare la diva che distribuisce baci e sorrisi. Questa mia attitudine alla serietà e alla sobrietà, comunque, mi danneggia. La gente – intendo il pubblico in generale – mi vede come una persona algida, snob, distante, una che se la tira, insomma. E’ una cosa che mi fa soffrire – ha ammesso Eva Riccobono – È come se io, in tutti questi anni, avessi dato agli altri un’immagine completamente opposta alla persona che sono in realtà. Non ho costruito un personaggio, ho costruito un mostro”.

Nella vita reale Eva Riccobono è molto felice, sorridente e socievole. “Sono comica, buffa e goffa, in realtà, non eterea come appaio – ha spiegato la top model italiana – Sono una rompiscatole, faccio battute: sui set dei miei film sono sempre stata quella che faceva ridere i colleghi. A scuola ero quella che disturbava in classe. Non mi prendo sul serio, anche se non sembra”. La nascita del primo figlio ha contribuito a tranquillizzarla. “Dopo la maternità mi sono tranquillizzata – ha asserito la supermodella palermitana – Non ho più l’ansia o la frenesia della carriera, oppure la paura di sbagliare. Amo moltissimo la mia professione, ma non mi interessa più la velocità. E non solo nella vita professionale. L’arrivo di Leo mi ha insegnato quali sono le priorità e diciamo che psicologicamente sono molto più attenta alla mia famiglia di origine, ai miei amici. Lavoro, anche molto, ma con più serenità”.

Lei vive con la sua famiglia a Londra e il momento più bello della sua vita è stato quando ha abbracciato per la prima volta suo figlio.