Quantcast

Fabrizio Frizzi ammonisce Selvaggia Lucarelli su Facebook

Fabrizio Frizzi ha accettato le scuse di Selvaggia Lucarelli, ma al tempo stesso ha ammonito la tagliente e popolare opinionista tv su Facebook. In un’intervista rilasciata al settimanale Diva e Donna, l’irriverente opinionista tv e blogger Selvaggia Lucarelli ha chiesto scusa al noto e amatissimo conduttore tv perché nel 2011, dopo la serata finale di Miss Italia, aveva scritto: “Per carità, a guardarlo con quegli occhi perennemente stropicciati di quello che si alza tre volte a notte per la prostata, si è colti da una tristezza siderale”.

Ora Frizzi ha pubblicato un post social in cui ha dichiarato: “Sono lieto oggi di poter ringraziare Selvaggia Lucarelli per le scuse che mi ha rivolto dalle parole di un’intervista che ha rilasciato a Diva e Donna. Anche se, per non uscire dal ruolo di sarcastica a tutti i costi, mi ha fatto passare per un poveraccio che di fronte a una sua battuta eccessivamente paradossale è andato brutalmente al tappeto”.

Il presentatore di Mamma Rai ha poi sottolineato: “Beh!!! se un giornalista oggi scrivesse una cosa così irrispettosa verso una donna giocando su un ipotetico problema di salute, sarebbe linciato sul web e oltre… Nel mio caso gli occhi erano stanchi perché mi avevano affidato il concorso solo 30 giorni prima della messa in onda e dovetti fare un forcing pazzesco per portare a casa la pagnotta… e quando si lavora tanto e si dorme poco gli occhi ne risentono… certo, una versione troppo semplice per chi deve essere ironico a tutti i costi”.

Per poi concludere: “Diciamo che magari non ha una buona memoria, questo sì, visto che definisce addolorata la mia mail con la quale le feci sapere, credo con eleganza e ironia, che aveva scritto un’ indecente stronzata… Ecco il testo che di addolorato ha solo il suo ricordo: Cara Selvaggia, ci tengo a ringraziarti per l’ elegante e affettuosa
recensione che hai fatto delle serate di Miss Italia… il riferimento sul mio stato di salute poi è da premio Oscar… è vero, la classe non è acqua. Continua così. Fabrizio (Frizzi)“.