Quantcast

Facebook apre la crociata contro le notizie false

Dopo essere stato accusato di aver favorito l’ascesa di Trump alla presidenza degli Stati Uniti grazie alla proliferazione di notizie false sul suo social, Mark Zuckerberg ha deciso di correre ai ripari, e di aprire la sua personale crociata contro le “fake news”.

stop-alle-bufale-su-facebook-ecco-il-tasto-per-le-notizie-false

Sono infatti tantissime, ogni giorno, le notizie false che vengono condivise e postate come vere sulle pagine del social più utilizzato al mondo. Ma cosa può fare Mark contro questo fenomeno?

Facebook vuole aiutare gli utenti a segnalare le notizie false, oltre aprire collaborazioni con organizzazioni che individuano le false notizie. Se un post riceverà un certo numero di segnalazioni, proprio come avviene per i contenuti illegali, sarà poi verificato da un team dedicato. Gli utenti, inoltre, potranno avvisare chi ha postato il messaggio sulla falsità della notizia.

Ogni notizia riconosciuta come falsa sarà non eliminata, ma contrassegnata con validi motivi che spiegano perché quella notizia è ritenuta non veritiera.

Per ora si tratta solo di esperimenti in fase di test, ma è il primo passo per Facebook per assumersi le sue responsabilità. Non è solo “colpa” degli utenti, infatti, se le notizie false proliferano e ci danno una visione distorta della realtà… Adam Mosseri, vice presidente di Facebook, ha confermato che il social network ha deciso di rendere presto disponibili a tutte le funzionalità per segnalare le false notizie.