Quantcast

Fake news su Facebook in America: a condividerle sono soprattutto over 65

Le fake news su Facebook in America vengono condivise soprattutto da over 65, forse a causa della loro scarsa alfabetizzazione digitale e del rafforzamento dei pregiudizi come il confirmation bias. Lo studio è stato condotto da ricercatori dell’università di New York e quella di Princeton ed è stato pubblicato sulla rivista Science Advances, un giornale di impact factor 11,5 (dunque piuttosto alto) che fa parte del gruppo Science.

Due anziani – Foto: Pixabay.com

I risultati sono stati raccolti su un campione di circa 8700 cittadini statunitensi  in un intervallo temporale molto particolare quale il periodo pre-elettorale dell’ultima campagna delle elezioni presidenziali americane del 2016.

Un studio ovviamente molto circostanziato e limitato rispetto alla complessità
del fenomeno. Ad esempio sempre negli Stati Uniti, l’università di Santa Barbara, in California, ha raccolto oltre una quindicina di studi accademici sul tema che analizzano una vastità di dinamiche tra cui il ruolo dei condizionamenti cognitivi, degli algoritmi che determinano la visibilità dei contenuti, dell’intervento di bot e troll sui social e di come gruppi diversi di persone reagiscono in modo differente davanti a notizie rivolte a un preciso target di pubblico.