Quantcast

Fedez e Alessandra Amoroso contro Salmo per il concerto ad Olbia: botta e risposta sui social

Fedez e Alessandra Amoroso si sono scagliati contro Salmo per il concerto ad Olbia, organizzato in modo improvvisato per lanciare una raccolta fondi a sostegno della Sardegna colpita dagli incendi, davanti a centinaia di fan accalcati e senza mascherina. La Procura di Tempio Pausania ha aperto un’inchiesta contro ignoti sul concerto di Salmo, che si è esibito venerdì scorso a Olbia senza aver rispettato le attuali norme anti-Covid come distanziamento, green pass o tampone negativo all’ingresso. L’amministrazione comunale e quella regionale intanto hanno fatto sapere di non aver rilasciato alcuna autorizzazione.

Fedez ha così commentato: “Sfruttare la nostra condizione di privilegio, aggirare le regole per soddisfare capricci personali. Questo non aiuta nessuno. Avete sputato in faccia a migliaia di onesti lavoratori dello spettacolo che quest’anno cercano di tirare avanti con immensi sacrifici rispettando le regole per andare alla pari con i conti (quando va bene)”.

Scaturendo inevitabilmente una reazione da parte di Salmo, che ha replicato: “Che io abbia fatto una cazzata è discutibile, quali sono le regole che avrei infranto? Quali sono le regole per un concerto all’aperto, senza recinzioni? Prima di cantare ho detto cose importanti, la mia idea iniziale era fare una protesta. Le regolette imposte dallo stato per i concerti sono patetiche. A me non va di fare live davanti a persone sedute, distanziate e con la mascherina”.

Successivamente il cantante ha scritto su Instagram: “Potevo andare a farmi la vacanza come Fedez, invece sono sceso per strada ed ho detto la mia. Se avessi voluto seguire le regole non avrei fatto l’artista“.

Salmo ha controreplicato: “Quando ho detto la frase secondo cui non ci si possa ritenere artisti senza infrangere le regole, non mi avete capito per un semplice motivo: non siete artisti. Ad alcuni dei miei colleghi che non l’hanno pensata come me, dico che questa è stata una sconfitta artistica, perché questa cosa dovevate farla anche voi. io mi sono battuto per provare ad andare contro regole ridicole. Voi avete paura di perdere le cose, rischiate ogni tanto nella vita. Il problema è che a voi della musica non frega niente”.

E poi ancora: “Fedez, non ho aderito alle tue iniziative, seppur giuste, perché mi stai sul cazzo e io questa cosa non te l’ho mai nascosta. Però so che sei un ottimo politico, sei bravissimo ed è quello che devi fare, te lo auguro. Ecco perché ti ho chiesto un consiglio su come organizzare una raccolta fondi per la Sardegna. In quello sei bravissimo. Però sono sincero, non volevo avere nulla a che fare con te. Ma voglio chiederti se ogni qualvolta dovrò discutere con te, lo farò con un artista o un politico”.

La cantante pugliese Alessandra Amoroso ha scritto: “Se la tua serata aveva l’intento di una raccolta fondi (giustamente per la tua regione) e per dare voce al nostro settore, ci tengo a dirti che qualcosa è andato davvero storto. Nel rispetto di tante persone credo sia opportuna una tua spiegazione. Grazie”.

A questo punto Salmo ha risposto mettendo in evidenzia un vecchio commento della Amoroso che gli aveva lasciato sotto un suo post in cui annunciava proprio il concerto di Olbia. In quell’occasione la cantante gli aveva lasciato delle emoji di approvazione. “Ne ho anche per te, Alessandra. Tutto bene? Vorrei la tua di spiegazione“, ha replicato Salmo. Alessandra Amoroso ha immediatamente risposto: “Tutto benissimo, grazie! Non ho capito cosa devo spiegare?! Mi sfugge. L’intento era nobile, la riuscita meno. Questo è il mio pensiero!“.