Quantcast

Fedez e la lotta contro il tumore: “Niente chemio, al 90% va tutto bene”

Fedez sta conducendo la sua lotta contro un raro tumore neuroendocrino del pancreas. Il peggio è passato ma la strada è ancora lunga. Il celebre rapper e produttore discografico Federico Lucia ha dichiarato al Corriere della Sera: «Fisicamente il problema è il fiato. Da poco ho partecipato al concerto di Tananai, cantando una sola canzone: è stata una gioia incredibile ma subito dopo avevo già il fiatone. Per il 28 giugno conto di essere pronto e carico».

Fedez in ospedale per un’operazione al pancreas – Foto: Instagram

Il rapper tra amicizie ritrovate e amori confermati si racconta a cuore aperto al Corriere della Sera, soffermandosi sul raro tumore neuroendocrino del pancreas.

«L’operazione è andata bene, il tumore è stato preso in tempo e al 90% va tutto bene. Mi sono stati rimossi cistifellea, duodeno, una parte di pancreas e di intestino. Dall’esame istologico si è visto che non ci sono micro metastasi, motivo per cui non ho dovuto fare chemioterapia. Sono molto fortunato», ha spiegato il papà vip e marito di Chiara Ferragni.

 «In realtà le mie priorità stavano cambiando da tempo – ha detto -. Riguardano di fatto l’attitudine con cui affronto la vita, è difficile da spiegare. Poi c’è stato il tumore: quando affronti delle esperienze di questo tipo ti accorgi che uno degli obiettivi che dopo ti dai è veder crescere i tuoi figli. Ecco, questa cosa ti dà uno spirito diverso».

Quando il marito di Chiara Ferragni ha scoperto la malattia non ha trovato la forza di condividere tutto con i suoi fan: «Ho bisogno di altro tempo ancora per elaborare. Per ragionare meglio su tutto quello che è stato. A tratti è facile dimenticare, io invece voglio tenere la finestra di questa esperienza aperta. Mi serve ancora tempo». 

Dopo 4 anni di gelo, il cantante è tornato anche a parlare con il “fratello” J-Ax: «Per me è stato fondamentale averlo vicino. Il giorno in cui, dopo un normale controllo, hanno trovato la massa tumorale avevo appuntamento con lui, quindi è stato tra i primi a saperlo, dopo la mia famiglia. La prima volta che ci siamo parlati di nuovo (lui aveva anche bloccato il mio numero), siamo stati al telefono per sei ore, in cui abbiamo tirato fuori tutto. Ma i tempi erano maturi per andare oltre e concentrarci su quello che di bello c’era stato nella nostra amicizia».

Con J-Ax ha ricucito, il che fa pensare che anche con Fabio Rovazzi la pace è vicina. In realtà qualcosa, ha sottolineato sempre Fedez, già si è smosso: «In qualche modo c’è già stato: ci sono dei video in cui si vede che ci siamo incontrati a un concerto e ci siamo parlati un po’».