Quantcast

Fedez e lo scontro con la Siae: l’Ue apre procedura di infrazione contro l’Italia

Fedez e il duro scontro la Siae ha portato subito degli effetti: l’Unione europea (Ue) ha aperto una procedura di infrazione contro l’Italia sulla gestione dei diritti d’autore per il mancato rispetto della cosiddetta direttiva Barnier e il mantenimento sostanziale del monopolio della Siae. Secondo l’Ue, nonostante la riforma voluta dallo stesso ministro Franceschini, la liberalizzazione del settore è solo parziale e la concorrenza tra i vari soggetti non è garantita.

Fedez – Foto: Facebook

Come ben ricorderete l’artista di Senza pagare aveva accusato la Siae di incassare in modo indebito i diritti sui suoi concerti e aveva criticato il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini di conflitto d’interesse in quanto la moglie Michela Di Biase gestirebbe il patrimonio immobiliare della Siae.

La questione sta scatenando aspre polemiche politiche. Fedez ha commentato: “Bello portare avanti delle battaglie che sembrano impossibili”. Il deputato PD Emiliano Minnucci offre una soluzione: “La questione non deve essere inquadrata come una battaglia tra Fedez o Franceschini o tra i nuovi e i vecchi democratici. Dobbiamo aprire, piuttosto, una discussione sulla liberalizzazione non solo per non lasciare campo libero ai grillini, ma anche e soprattutto perché molti cittadini giustamente ce lo chiedono. Riproporrò lo stesso emendamento in un altro provvedimento, con l’obiettivo di aprire la strada verso un vero e proprio completamento del processo di liberalizzazione dei diritti d’autore. Siamo solo all’inizio”.