Quantcast

Fedez sul figlio Leone: “Gioca con le bambole, la cosa non mi turba”

Fedez è un papà moderno, fluido, affettuoso, dinamico e splendido. Il papà che vorrebbero tantissimi bambini. Lui e la celebre stilista e imprenditrice digitale Chiara Ferragni formano una delle coppie vip più influenti, famose, popolari e all’avanguardia del jet set nazionale.

Fedez – Foto: Instagram

Fedez, come Elodie e tanti altri vip, è intervenuto pubblicamente a favore del DDL Zan contro l’omofobia, legge approvata alla Camera dei Deputati e ora ferma al Senato, con la Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia che si oppongono alla sua approvazione.

Il popolare e seguitissimo rapper e produttore discografico ha parlato del primogenito Leone che ama giocare con le bambole: non sarebbe affatto turbato se un giorno volesse mettersi il rossetto.

Il DDL Zan è un disegno di legge che punisce tutti gli atti di discriminazione fondati su sesso, orientamento sessuale, genere, identità di genere e disabilità. Fedez ha dichiarato: “Le dico una cosa da padre signor Pillon, io ho un figlio di 3 anni che gioca con le bambole, questa cosa non desta alcun tipo di turbamento in me”.

Per poi aggiungere: “Non desterebbe turbamento in me neppure se un giorno dovesse sentire l’esigenza di truccarsi, mettersi il rossetto, lo smalto, una gonna. Mio figlio ha il diritto di esprimersi come meglio crede. La cosa che mi destabilizzerebbe, invece, è che vive in uno Stato che non tutela il suo sacrosanto diritto di esprimersi in piena libertà, cercando di arginare le dinamiche discriminatorie e violente che molto spesso si verificano in questo Paese, questo per me è una priorità”.