Quantcast

Festival di Sanremo 2022: Amadeus vuole Alessia Marcuzzi come co-conduttrice

Festival di Sanremo 2022: ultime news e indiscrezioni. Il presentatore Amadeus vorrebbe Alessia Marcuzzi come co-conduttrice del prossimo Festival della canzone italiana. Da alcuni mesi la bionda e simpatica presentatrice di punta di Mediaset ha detto addio al Biscione. Ora Amadeus la vorrebbe per ben tre serate della kermesse canora nazional popolare. Lo scoop è stato diffuso dal settimanale di cronaca rosa Chi.

Alessia Marcuzzi – Foto: Facebook

Festival di Sanremo 2022: Alessia Marcuzzi co-conduttrice per tre serate?

Per Alessia Marcuzzi sarebbe un gradito ritorno sul palco con Amadeus, con cui in passato ha condotto il Festivalbar. “Gli occhi del conduttore sono caduti su Alessia Marcuzzi a cui vorrebbe proporre la co-conduzione per tre serate“, si legge sulla rivista di gossip diretta da Alfonso Signorini.

Per la verità l’indiscrezione era stata diffusa alcuni mesi fa anche da Cosmopolitan: “Dopo decenni di egemonia maschile, quello del 2022 potrebbe essere ricordato come uno dei primi Sanremo Woman Friendly della storia dove questa volta, a farla da padrone, potrebbero essere (finalmente) anche le donne. Secondo le prime indiscrezioni infatti Alessia Marcuzzi non dovrebbe avere il classico ruolo un po’ defilato che solitamente spetta alle vallette, ma quello di una vera e propria co-conduttrice il cui compito principale non è quello di palesarsi di tanto in tanto in cima alla scalinata dell’Ariston con un nuovo vestito da sfoggiare, bensì quello di presentare le canzoni in gara e intrattenere il pubblico, il tutto naturalmente insieme a un nutrito gruppo di colleghi”.

TvBlog.it ha espresso più di un dubbio in merito a questo scoop: “Più no che sì”.

Alcuni mesi fa la Pinella aveva dichiarato a Vanity Fair: “Io in tv ci sono nata, non avevo neanche 18 anni, perché ho fatto tutto molto presto nella vita, da quando a 3 leggevo già Topolino. Questo per dire che Mediaset io me la sono proprio strappata dal cuore. Ma quando non ti riconosci più, e non c’entra quello che fai e hai sempre fatto, ma c’entri tu, è obbligatorio chiedersi: ‘Che cosa vuoi diventare?’. E rispondersi. Mi sono detta: ‘Alessia, sei fortunata, sì, e tantissimo, ma sei davvero quello che ti piace? Quello che vuoi essere?’. E così ho cominciato a ridisegnarmi. A pensare. Mi sono fermata: c’era necessità di capire”.

Stay tuned per saperne di più!