Quantcast

Francesca Pascale contro Veronica Lario

pascale-500x402

Francesca Pascale intervistata dal settimanale Oggi racconta questi mesi di angoscia al fianco di Silvio Berlusconi fra problemi con la legge e questioni spinose da  affrontare “Siamo angosciati, non sappiamo più cosa sia il sonno” ha detto la first lady di casa Berlusconi “Sta succedendo tutto insieme, tutto insieme. E non è giusto, comunque la si pensi su di lui. Qui si parla di falchi e colombe, e io in questo zoo sarei la iena” ha detto turbata la Pascale “Quando ho iniziato a vivere con lui ho trovato una situazione inaccettabile, ho fatto solo quello che andava fatto, un po’ di pulizia. In molti hanno approfittato di lui”

Su questo ultimo tema la Pascale ha spiegato “Dovevo intervenire. Pagavano i fagiolini 80 euro al chilo. Le pare possibile? Arrivavano grandissime casse di pesce quando lo sanno tutti che il Presidente non solo non lo mangia, ma prova fastidio anche solo per l’odore quando lo cucinano. Insomma, mancava una donna in casa” ha detto.

L’ex showgirl di TeleCafone ha poi aggiunto “La gente non si spiega perché il presidente abbia scelto proprio me: era pieno di donne belle e si è preso me che non sono ’sto granché. Se fossi superstiziosa dovrei girare per casa con l’incenso. La verità è che gli tengo testa, gli dico quello che penso, faccio un poco di ordine e a lui piace”

Infine un riferimento anche a Veronica Lario “In quale Paese un uomo viene condannato a pagare 3 milioni di euro al mese all’ex moglie e non c’è una rivolta d’opinione?”