Quantcast

Gatti Fosforescenti creati con il gene delle meduse contro l’AIDS

Immagine di gatti fosforescenti, transgenici

I gatti transgenici creati in laboratorio diventano fluorescenti sotto una particolare luce per testimoniare di essere infetti dal virus dell’HIV. Eric Poeschla della Clinica Mayo a Rochester, negli Stati Uniti d’America ha ‘creato’ tre gatti transgenici che hanno all’interno il virus della HIV felino. Praticamente il gene che è stato inserito artificialmente, rende immune i gatti dal virus dell’HIV felino, il FIV. I geni che sono stati introdotti artificialmente agli animali, sono uno appartenente ad una specie di scimmia, la Rehsus, e l’altro a un razza di medusa. Proprio quest’ultimo gene fa in modo che i gatti, colpiti da una luce ultra violetta, brillino risultando fluorescenti.

Il gene delle scimmie è stato inserito per il vero scopo, cioè quello di far diventare immuni i gatti dal virus, mentre quello delle meduse ha lo scopo dimostrativo. Nel senso che l’effetto fluorescente si ha solamente nei gatti che sono in realtà immuni, come una specie di contro prova.

I gatti e gli uomini condividono una serie di malattie, più o 250. Fare esperimenti sui felini, aiuterà anche gli esseri umani. In particolare in virus del FVI, agisce nello stesso identico modo di quello del HIV negli esseri umani. In entrambe le specie, felina e umana, le proteine naturali di cui sono disposti non sono in grado di debellare il virus. Debellano uil virus e ne sono immuni invece, le scimmie Macachi Rhesus . Piccolo colpo di genio: inserire i geni dell’immunità dal virus delle scimmie, nei gatti. E come fare? Il virus è stato isolato e inserito negli ovociti di una gatta. Gli ovuli sono poi stati fecondati e sono nati i primi tre gattini transgenici. Immuni al virus e fosforescenti grazie al gene della medusa. La scienza fa passi da gigante. I cuccioli che nasceranno da questi primi tre gattini dovrebbero essere quasi sicuramente immuni. Non ci resta che aspettare.