Quantcast

Gay nel calcio, Antonio Cabrini rivela: “Ho avuto compagni di squadra omosessuali”

Gay nel calcio: l’ex campione del mondo Antonio Cabrini ha rivelato di aver avuto compagni di squadra omosessuali. Ospite al Lovers Film Festival di Torino e parlando pubblicamente con l’ex deputata di Rifondazione comunista e attivista per i diritti lgbtqi Vladimir Luxuria ha confermato la presenza di omosessuali nel mondo del calcio.

Antonio Cabrini – Foto: Facebook

“Perché ancora oggi è difficile per un calciatore professionista in attività fare coming out?“, gli ha chiesto Vladimir Luxuria.

Una domanda a cui Antonio Cabrini ha così risposto: “L’omosessualità nel mondo del calcio maschile è ancora un tabù. L’ignoranza dei tifosi, delle persone che sono sempre pronte a cercare qualcosa per denigrare un calciatore. Non si è ancora recepito questo messaggio, i tifosi non riescono ancora ad arrivare ad un messaggio inclusivo che in altri sport è già arrivato“.

Antonio Cabrini è stato anche CT della nazionale italiana femminile dal 2012 al 2017, dove ha conosciuto numerose calciatrici apertamente omosessuali.

“L’omosessualità nel mondo del calcio femminile è più accettata – ha detto l’ex calciatore ed ex naufrago vip dell’Isola dei famosi -. In quello maschile, essendo considerato uno sport da maschi, non è contemplata. Fare coming out per un calciatore comporterebbe grandi problematiche, non personali, ma di rapporti con il pubblico e gli sponsor. Ci vorrà ancora qualche anno prima di superare il problema, che colpisce tantissimi calciatori. Ho avuto dei compagni di squadra che erano omosessuali. L’ho capito, non me l’avevano detto. All’interno dello spogliatoio non c’erano problemi. Erano i tifosi e le persone fuori, il problema. C’è anche una questione di sponsor, ma è il rapporto con i tifosi il problema principale”.

A presto con nuovi scoop, news, gossip e indiscrezioni sui personaggi famosi del jet set nazionale e internazionale!