Quantcast

Gemma Galgani di Uomini e Donne soffre di solitudine?

Gemma Galgani di Uomini e Donne soffre di solitudine? Uno degli ultimi messaggi pubblicati dalla dama del trono over fa preoccupare i fan. L’ex compagna di Giorgio Manetti ha pubblicato un post davvero malinconico sulla sua pagina Facebook.

Gemma Galgani – Foto: Facebook

La regina del trono over di Uomini e Donne ha lanciato il seguente messaggio: “Arrivo in ritardo perché avrei tante cose da dirvi e mi ricongiungo al pensiero di ieri sera con la speranza che l’amorevolezza respirata in questi giorni non resti isolata! Penso che uno dei problemi più sentiti ma che non vogliamo riconoscere per noi stessi e per il prossimo sia la solitudine cerchiamo di alleviare chi per pudore la nasconde, riconoscendola da soli”.

La grande nemica di Tina Cipollari è stata nuovamente criticata dalla famosa e popolare vamp della fortunata e chiacchierata trasmissione pomeridiana di Canale 5, ideata e condotta dalla regina di Mediaset Maria De Filippi, dalle pagine di Vero.

“Dopo la famosa lettera di qualche anno fa – ha dichiarato Tina – i tanti rifiuti ricevuti, i suoi tentativi di riavvicinamento puntualmente fallimentari che fa lei? Il solito piagnisteo e le dichiara nuovamente il suo amore. È davvero incredibile. Ha perso ancora una volta credibilità, io non mi ero sbagliata quando la accusavo di prendere in giro tutti gli altri protagonisti del trono over che ha frequentato. Non può aver scoperto da un momento all’altro di provare ancora un sentimento per Giorgio, è evidente che covava da tempo qualcosa dentro sé e non aveva il coraggio di rivelarlo. Chissà, magari per orgoglio… Ma non ha poi nascosto così bene le sue reali mire, io me ne ero accorta da tempo e non ho mai smesso di farlo presente durante le puntate. Ha preso in giro tutti gli uomini· che ha frequentato in questa stagione – ha continuato Tina Cipollari -, come anche in quella passata. C’è poco da fare, è così. Ecco perché oggi mi chiedo, nel caso ci fossero ancora dei dubbi: come farà adesso? Sotto l’albero le farei trovare un bel gigolò, magari giovane, così che finalmente possa calmare i suoi bollenti spiriti! O, in alternativa, dei calmanti sempre allo stesso scopo”.