Quantcast

Gianni Sperti elogia il trono gay di Uomini e Donne e Claudio Sona

Gianni Sperti ha espresso parole di apprezzamento nei confronti del trono gay di Uomini e Donne e ha speso parole dolci e bellissime nei confronti del primo tronista omosessuale nella storia della fortunata e famosa trasmissione pomeridiana di Canale 5 condotta dalla star tv Maria De Filippi, il titolare veronese di un bar Claudio Sona. Il ballerino, coreografo e opinionista storico di Uomini e Donne ha rilasciato una lunga intervista a Gay.it in cui ha lodato pubblicamente la scelta della moglie di Maurizio Costanzo di concedere una vetrina televisiva importantissima all’amore gay.

Gianni Sperti con Claudio Sona - Foto: Facebook
Gianni Sperti con Claudio Sona – Foto: Facebook

“Per la prima volta si concede tanto spazio all’amore gay – ha detto Gianni a Gay.it -, per cui penso che sia un enorme passo in avanti che ha giovato positivamente alla comunità LGBT, ma soprattutto ai genitori e all’intera società. Maria De Filippi ha avuto il coraggio, la sensibilità e l’intelligenza di portare nelle case degli italiani una realtà che una parte della società ha sempre discriminato. Maria ha trattato il tutto senza fare differenze e portando, al centro della trasmissione, i sentimenti. In questo momento storico – ha sottolineato l’opinionista fisso di Uomini e Donne -, in cui abbiamo raggiunto finalmente la legge sulle unioni civili, anche la senatrice PD Monica Cirinnà ha dedicato un post a Maria e al suo coraggio: Da oggi il trono gay entra con normalità a Uomini e Donne. Grazie a Maria De Filippi per il coraggio contro l’omofobia“.

Durante l’intervista l’ex marito di Paola Barale ha elogiato il tronista Claudio Sona, ma anche i suoi corteggiatori. “Il merito sicuramente è principalmente dei protagonisti – ha detto Gianni Sperti -, ma soprattutto di Claudio Sona. Non voglio generalizzare e non ne faccio una questione di orientamento sessuale, ma spesso, in alcuni percorsi eterosessuali, i protagonisti si sono persi in discorsi banali e superficiali, mentre il percorso di Claudio ha affrontato tematiche più profonde quali il bullismo, le difficoltà incontrate per farsi accettare, il rapporto con la famiglia e il coming out. Si percepiscono, sin da subito, sentimenti puri e la voglia di costruire un futuro. Ricordo l’esterna fatta al Museo di arte contemporanea a Roma e penso che forse non ho mai visto – ha detto Gianni -, in tutti questi anni, un’esterna ambientata in un contesto come quello. Non è discriminatorio, sia ben chiaro, ma è solo una constatazione. Abbiamo avuto tantissimi troni degni di nota, ma forse mai o raramente si sono affrontate tutte queste tematiche sociali in un unico trono”.

Venerdì 2 dicembre Claudio Sona ha scelto il pr del Muccassassina Mario Serpa. Auguri ragazzi!