Quantcast

Giovanni Conversano perde le elezioni a Lecce

Un brutto colpo per l’ex tronista del programma Uomini e Donne, Giovanni Conversano che alle elezioni amministrative 2012 a Lecce si era candidato con il partito dell’Udc di Pierferdinando Casini sostenendo la candidatura a sindaco di Luigi Melica.

Numerosi manifesti elettorali erano apparsi per tutta la città, ritraevano il volto sorridente di Giovanni Conversano e lo slogan “il coraggio di scegliere il futuro” sotto, addirittura, il numero di cellulare dell’ex fidanzato di Serena Enardu e l’invito a chiamare per chiunque avesse voluto contattare Conversano. Peccato che invece il povero Giovanni Conversano sia riuscito a portare a casa alle elezioni amministrative di Lecce solo 84 voti, veramente pochi, anzi pochissimi, per un personaggio televisivo famoso sul quale il candidato sindaco aveva puntato la sua campagna elettorale.

E invece a quanto pare la notorietà dell’ex corteggiatore ed ex tronista non sarebbe servito a sancire il suo trionfo in politica, perfino il sindaco che sosteneva infatti, Luigi Melica non è stato eletto rimediando insieme a Conversano una pessima figura.

Dopo il naufragio della storia con l’ex tronista Serena Enardu, i finti scoop, le paparazzate organizzate e le serate in discoteca, Conversano aveva deciso di puntare il tutto per tutto sulla sua candidatura, sognando un futuro in politica, grazie anche alla storia con la Miss Giada Pezzaioli, con la quale l’ex tronista ha ben 15 anni di differenza.

Dopo il flop elettorale l’unica soddisfazione per il povero Giovanni Conversano è stata la notizia del rinvio a giudizio dell’agente di spettacolo Lele Mora che durante una puntata di Pomeriggio Cinque con Barbara D’Urso aveva accusato Giovanni Conversano di avergli sottratto alcune carte di credito mentre era ospite nella sua abitazione.

Dopo l’accusa di bancarotta fraudolenta della sua società, la LM Mangment, l’agente dei Vip rischia ora un altro processo che potrebbe aggravare la sua posizione.

Di Valentina Vanzini