Quantcast

Giulia Salemi e lo scandalo del vestito a Venezia

Molti hanno considerato scandaloso e troppo volgare l’abito indossato da Giulia Salemi sulla passerella del Festival di Venezia 2016.

Giulia ha però risposto alle critiche affermando sul suo profilo Instagram di non essere un’esibizionista. Sia lei che Dayane Mello, lo ricordiamo, erano rigorosamente senza biancheria intima, ed era ben visibile il segno dell’abbronzatura.

“Quelli che mi conoscono sanno che non ha mai dato prove particolari di esibizionismo, io sono venuta a Venezia perché sono stata richiesta per quel Red Carpet e per supportare il mio amico stilista indossando una delle sue creazioni – scrive Giulia. – Per alcuni mi rendo conto che potremmo avere esagerato e che la passerella invece che gioiosa può essere risultata volgare ma per molti no. Mi scuso con quelli che sono rimasti colpiti negativamente da questa passerella. E accetto tutte le critiche COSTRUTTIVE ma questa è la mia vita. #labiennale #redcarpet #venicefilmfestival #mostradelcinemadivenezia #bestdress#outrageous #havingfun #peekaboo #obsessionoftheday #sexygirl #whatafeeling#corrieredellasera #ansa #vanityfairitalia #orangeisthenewblack #thesun #dailymail#igersvenezia”.