Quantcast

Google investe nell’integrazione delle capacità di riconoscimento vocale

Google investe nell’integrazione delle capacità di riconoscimento vocale con altri stimoli, poiché la parola non basta più. L’obiettivo principale della potente e ricchissima azienda statunitense con quartier generale a Mountain View in California, nel cosiddetto Googleplex,è quello di rendere più efficace la sua intelligenza artificiale al fine di rendere più semplice e completa la comprensione di dialoghi e richieste da parte degli utenti.

Google – Foto: Pixabay.com

La notizia relativa all’integrazione tra riconoscimento vocale e altri sensi è stata annunciata da Fernando Pereira, vicepresidente ed engineering fellow in Google, durante un incontro organizzato ad Amsterdam dal colosso di Mountain View per fare il punto sullo sviluppo dell’intelligenza artificiale: “È uno dei nuovi progetti a cui sto lavorando”.

Pertanto Google vuole migliorare la comprensione del dialogo su diversi argomenti. “Noi stiamo lavorando a un’interazione più aperta – ha detto -, che ti permetta di scegliere le attività che vuoi svolgere, la musica che vuoi sentire o funzioni che richiedano più passaggi coordinati”.