Fabri Fibra dovrà risarcire Valerio Scanu

Fabri Fibra è stato condannato. Il famoso rapper dovrà risarcire Valerio Scanu.

Il rapper marchigiano è considerato colpevole di aver offeso la reputazione di Valerio Scanu con il brano “A me di te”, contenuto nell’album “Guerra e Pace”, uscito nel 2013. Si farebbe infatti riferimento alla presunta omosessualità del cantante sardo con pesanti ed esplicite allusioni sessuali. Fabri Fibra chiama «una donna» l’ex concorrente di “Amici” e vincitore della 60esima edizione del Festival di Sanremo.

Nonostante la difesa degli avvocati del rapper, la sentenza ha dato ragione a Scanu: «La musica è libertà, ma insultare squallidamente una persona non è musica e non è arte. Ognuno è libero di manifestare liberamente il proprio pensiero, non di offendere e diffamare una persona», hanno commentato gli avvocati di Scanu. Ora Fibra sarà costretto a pagare un risarcimento.

ValeriaM

Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.