Guglielmo Scilla racconta la sua infanzia: “YouTube mi ha fatto da terapia”

Guglielmo Scilla ha raccontato la sua infanzia e il suo successo come webstar in un’intervista rilasciata al settimanale Grazia. Il protagonista del musical Grease ha rivelato che quando era bambino era timido, introverso e silenzioso: “Avevo però tanta voglia di esprimermi. Ho provato a fare dei video: YouTube mi ha fatto da terapia. Mi dicevo: ‘Tanto chi li vede?’. Non mi sarei mai aspettato questo successo. E ho imparato che essere se stessi è sempre la cosa migliore”.

La sua infanzia e adolescenza è stata influenzata dalle scelte dei suoi genitori, come capita a tutti, in merito al tipo di sport da praticare. “Quante volte ai ragazzi capita di fingere di essere qualcuno che non sono per non deludere le aspettative dei genitori o degli amici – ha raccontato Scilla – Ho praticato nuoto a livello agonistico per dieci anni, finché a 14 ho trovato il coraggio di dire a mia madre che ero stufo di parlare con le maioliche. In fondo, però, credo che quello sport abbia aiutato la mia creatività. Perché quando sei in acqua, da solo, pensi molto”.

Qual è la sua ricetta contro le critiche e gli hater? “Devi indossare un impermeabile – ha detto Guglielmo – e fartele scivolare via. Se tu metti sempre il cuore in ciò che fai, non puoi attirare solo odio”. Una ricetta davvero molto utile! Bravo Scilla!

Redazione-iGossip