Maurizio Battista querela Selvaggia Lucarelli: la stoccata al vetriolo della giornalista

Maurizio Battista ha querelato la giornalista e opinionista tv Selvaggia Lucarelli. La notizia è stata ufficializzata dalla stessa blogger e giurata di Ballando con le Stelle mediante un post condiviso sulla sua seguitissima pagina Facebook.

Selvaggia Lucarelli ha esordito così: “Vi ricorderete l’edificante storiella di giorni fa: il (comico…) Maurizio Battista fa un programma noiosissimo in prima serata e realizza il 3% di share. Un giornalista riporta lo share dicendo che non buca il video e lui realizza due video da 15 minuti insultandolo (gli dà anche del cane) e minacciando il sito Leggo di non spendere più in pubblicità da loro. Un lord”.

Per poi aggiungere: “La cosa non mi stupisce, a me tempo fa scrisse pubblicamente che campavo scrivendo ca**ate, senza che mai lo avessi citato. Comunque, difendo il collega giornalista dicendo che Battista è un poveretto che non fa ridere. (notare che in un reality un suo momento di gloria fu quando diede del poveraccio a un altro concorrente)”.

Selvaggia ha proseguito: “Il soggetto, che a quanto pare si crede legittimato a insultare ma non accetta l’idea che qualcuno trovi scarsa la sua comicità, prima scrive un post su di me dicendo che lui almeno non è querelabile (io sì quindi, ovvio) – ha sottolineato -, che un conto è il diritto di critica, un conto è blablabla e poi oggi pubblica la foto della querela affermando che ha spostato la sede della discussione. Urca. Ora, a parte che immaginate la fatica di chiamare un avvocato, pagarlo, andare in questura e denunciare qualcuno per poveretto che non fa ridere. Immaginate che le nostre tasse se ne vadano per pagare la gestione di pratiche del genere che ovviamente (di norma, grazie a Dio) finiscono cestinate ma intanto occupano personale che lavora nel pubblico, intasano cancellerie, questure, procure e così via”.

E ha concluso: “Ma soprattutto, io credo che Maurizio Battista abbia un grave problema nella gestione della rabbia, specie quando qualcuno gli dice che non fa ridere, pensiero che condividiamo in molti e suppongo senza dovergli chiedere il permesso. […] Battista, se tutti cominciamo a querelare te, mi sa che non ti resta neppure il tempo per i tuoi monologhi. Il che non sarebbe neppure un male, forse”.

Redazione-iGossip