Michelle Hunziker racconta l’incubo della setta di Clelia: “Ero la gallina dalle uova d’oro”

Michelle Hunziker ha raccontato l’incubo della setta di Clelia in un libro per mettere in guardia quelli che rischiano di cadere nella rete di un guru. Finora la mamma vip di Aurora, Sole e Celeste ha nascosto tutto persino a sua madre, l’unico con cui ne ha parlato è stato suo marito Tomaso Trussardi.

“Quando ci siamo conosciuti abbiamo condiviso tutto – ha scritto l’amica vip di Belen Rodriguez, Michelle Hunziker – lui i suoi lutti e io la mia esperienza dei cinque anni in una setta. Una volta uscita da lì è stato un continuo tentativo di ricostruire la mia vita. Non è stato facile accettare che fosse successo proprio a me: ho sofferto di attacchi di panico e per anni ho creduto che sarei morta di lì a poco, per soffocamento, come aveva previsto la setta”.

Michelle lasciò la setta nel 2006. “Ero la gallina dalle uova d’oro – ha continuato la super mamma vip -, ma sono stata derubata soprattutto della dignità. Nella setta c’erano direttori di giornali, conduttrici tivù, autori, magistrati, poi allontanati: io ero sufficiente al progetto. Uscita dalla setta ho trovato una guida spirituale, frate Elia, che mi ha permesso di incontrare padre Amorth: mi ha rassicurata e poi mi ha benedetto. Ho ripreso a mangiare carne solo in attesa di Sole. Prima sentivo odore di cadavere. Oggi non ho rancori, ho scoperto la fragilità della setta, tutto il progetto che si è dissolto sotto ai miei occhi”.

Il libro non punta il dito contro nessuno: “I ragazzi dell’età di Aurora si fanno domande, cercano i valori. Vorrei solo dire di credere negli affetti veri e non nei maestri. Se è capitato a me non deve per forza capitare a tutti”.