Silvia Salis su Fausto Brizzi: “L’ho conosciuto quando era nella tempesta”

Silvia Salis ha parlato della sua storia matrimoniale con il famoso regista Fausto Brizzi durante un’intervista rilasciata al Corriere della Sera. La campionessa di lancio del martello ha sposato Fausto Brizzi qualche settimana fa.

Il regista di successo è stato travolto nel 2017 dalla accuse di molestie sessuali nei confronti di alcune aspiranti attrici. Accuse da cui è stato completamente prosciolto. ma che gli sono costate quantomeno il naufragio del suo primo matrimonio con Claudia Zanella.

“La mia famiglia mi ha cresciuto con un forte spirito critico. La frase preferita di mio padre era: ricordati che a volte Cappuccetto Rosso e il lupo si scambiano i ruoli”, ha detto la sportiva al Corriere della Sera.

“Non mi sarei mai perdonata di aver perso la possibilità di vivere un grande amore – ha proseguito – per quello che di Fausto scrivevano i giornali o pensavano il panettiere o il commercialista sotto casa. Ho capito fin dal primo giorno che era un uomo lontanissimo dall’immagine di lui che veniva fatta passare e che è stata demolita dall’indagine: contro Fausto non c’era nulla. L’ho portato ai Mondiali di Doha ed è stato scandalo. Ma non avevo nessun bisogno di nascondere il mio amore, come non nascondevo il mio corpo quando lanciavo”.

All’inizio non è stato facile per lei mostrarsi in pubblico con Brizzi: “Ci siamo ispirati a David Foster Wallace, il mio scrittore del cuore: ‘La preoccupazione per ciò che gli altri pensano di te svanisce se pensi a quanto poco pensano a te’. E quello del metoo è un problema enorme, una piaga. E proprio per questo al clamore mediatico dovrebbe sostituirsi un’attenzione chirurgica nel trattare fatti che invece vengono mortificati dai riflettori puntati da chi vuole solo costruire un programma televisivo o strappare un’intervista. Un comportamento – ha concluso – che danneggia profondamente le donne”.