Tim Cook della Apple ricorda il suo coming out: “Essere gay non è una limitazione, ma una caratteristica”

Tim Cook della Apple ha ricordato il suo coming out risalente al 2014 dalle pagine di Bloomberg Businessweek in un’intervista rilasciata di recente a People en Espanol, nella quale ha precisato di non essersi pentito neanche per un minuto. Uno degli uomini più influenti e ricchi del pianeta ha confidato che è stato necessario quasi un anno per trovare le parole giuste e il momento giusto per farlo, dopo essersi consigliato con un suo amico, il giornalista della CNN Anderson Cooper.

Il 59enne dirigente d’azienda statunitense, ingegnere e amministratore delegato di Apple dal 24 agosto 2011 è stato premiato per il suo impegno in difesa e nella promozione dei diritti della comunità Lgbtq.

“Essere gay non è una limitazione – ha dichiarato Tim -, ma una caratteristica. La mia speranza era che il mio coming out potesse aiutare qualcuno. Non mi sarei aspettato di ricevere la risposta che ho ricevuto nei giorni, nelle settimane e negli anni successivi”.

Un bellissimo esempio per tutti. Congratulazioni Cook!

Redazione-iGossip