Vittorio Sgarbi su Barbara D’Urso: “Ha avuto uomini perché potente”

Vittorio Sgarbi è tornato a parlare di Barbara D’Urso e delle donne che si concedono per far carriera durante un’intervista rilasciata al programma radiofonico La Zanzara su Radio 24.

Barbara D'Urso e Vittorio Sgarbi - Foto: Instagram

È molto meglio una donna interessata che disinteressata – ha detto il noto critico d’arte -. Il disinteresse significa vivere nel limbo. Ci sono vari casi tra cui quello della De Filippi con Costanzo. Può darsi che ami Costanzo, certo, ma lui è più utile che bello. Stando con Costanzo ha il suo potere che si riflette su di lei”.

L’ex sindaco di Salemi ha affermato: “Il fascino è il potere. Come la Pascale con Berlusconi e la Gregoraci con Briatore. La Pascale ha avuto vantaggi materiali, non sono arrivati per caso. Persino la D’Urso ha avuto uomini perché potente. Costanzo è stato sinonimo di potere. Anche Berlusconi è più utile che bello. Puoi anche essere piccolo, brutto, basso e pelato, ma la donna ti vede biondo come Apollo, e anche bello”.

Poi ha rivelato: “Carmen Di Pietro venne con me per farsi fotografare. Si fece sco**re da me perché ero famoso. Molti pensano che io conquisti tante donne perché famoso, ma ho beccato più donne quando non ero famoso perché mi applicavo di più. Un 20% saranno venute con me per la mia fama”. E con Caterina Collovati che è successo? “Lei viene invitata nelle trasmissioni in quanto moglie di Collovati – ha detto Sgarbi -, non per quello che sei. Non è niente, non sai il ca**o che dici. Io ho un pensiero, lei no”.

Si è detto favorevole all’apertura delle case chiuse. Il sindaco del comune di Sutri ha asserito: “Sì, certo. Così controlliamo di più queste ragazze. Sono spesso alti esempi di moralità. Una volta mi sono trovato davanti una prostituta africana che voleva dei soldi per una prestazione. Gli abbiamo dato 50 euro, ma non volevamo fare nulla. Lei prese un enorme vibratore dalla borsa e cominciò a masturbarsi nella piazza facendo uno spettacolino. Noi dicevamo: no, no. E lei: non è mica onesto. Grande esempio di moralità”.