Quantcast

Gossip: il sogno premonitore di Mango circa la sua morte

mango2I sogni premonitori
I sogni premonitori sono un argomento contrastante tra chi crede che esistano veramente e possano realmente suggerire eventi futuri spesso nefasti, e chi invece è convinto che non possano verificarsi.
Gli scienziati, primo fra tutti il padre della psicoanalisi Sigmund Freud e appassionato studioso della materia e anche Jung, erano convinti dell’impossibilità che un sogno possa produrre previsioni riguardo a qualsiasi evento. Altre teorie sostengono che siano intuizioni della nostra mente, come pubblicato nell’articolo sui sogni premonitori di Donnad.it
Diverse ricerche hanno solo sottolineato che in periodi di forte stress è possibile avere un’aumentata sensibilità rispetto a quello che accade intorno a noi.
Questa particolare “predisposizione” legata al periodo porta il cervello ad elaborare le informazioni e da solo ad arrivare a delle probabili conseguenze.
Molti altri invece, ritengono che la mente possa avere queste capacità, e lo dimostra la tradizione italiana in particolare napoletana, nell’interpretare i sogni ed estrapolare combinazioni di numeri “possibilmente” vincenti.
In definitiva la scienza non ha mai dato una risposta univoca e certa.
E’ certo invece che il nostro cervello non “riposa” mai e ad oggi utilizziamo le nostre facoltà intellettive e mentali, secondo numerose ricerche scientifiche, al 10%-12%.
E’ quindi possibile lasciare scenari aperti a sorprendenti sviluppi dell’evoluzione umana che non escludono anche i sogni premonitori.

La morte di Mango
Mango, cantante italiano dalla voce particolarissima e più che mai suggestiva, è morto lo scorso 7 dicembre sul palco, proprio mentre stava cantando.
Cantava precisamente uno dei suoi più grandi successi, “Oro”, che è stata la stessa canzone che gli ha fatto da colonna sonora all’incontro con sua moglie, Laura Valente.
La stessa Laura Valente è stata la cantante dei Matia Bazar dal 1989 al 1998 in sostituzione di Antonella Ruggero.
Della vita privata del cantante, al secolo Giuseppe Mango, si sapeva poco ma ha lasciato due figli di 19 e 13 anni, Filippo e Angelina.
La sua morte cosi improvvisa ha lasciato esterrefatto non solo il pubblico presente al concerto al momento del malore ma anche tutto il mondo della musica e chi lo conosceva e lo stimava come artista di grande verve e talento.

Il rapporto con il pubblico
Mango si stava esibendo proprio nella sua terra d’origine, a Policoro e, come accade spesso mentre i cantanti fanno un concerto, i vari brani vengono introdotti da aneddoti e da un discorso diretto con il pubblico, e servono a renderli ancora più partecipi delle varie esibizioni.
Chi era presente ha riferito che pochi minuti prima del fatale infarto che lo ha colpito, Mango aveva raccontato di un sogno fatto la notte prima, dove si trovava “con Fabrizio De Andrè e insieme bevevano un buon bicchiere di vino”.
Alla luce del triste evento che si sarebbe verificato di li a poco, è stato inevitabile pensare che Mango avesse avuto un sogno premonitore sulla propria morte e che lo avesse raccontato facendo un omaggio al compianto artista e collega.

Una serie di eventi misteriosi
Prima di accasciarsi sulla tastiera Mango aveva chiesto scusa al pubblico, probabilmente senza rendersi conto della gravità del malore che lo aveva colpito.
Le cronache apparse su tutti i giornali e anche on line, raccontato tuttavia che nei giorni successivi la stessa famiglia di Mango ha vissuto ulteriori dispiaceri.
Il giorno dopo infatti si è verificata la morte del fratello maggiore Giovanni, di 75 anni, anch’egli stroncato probabilmente da un attacco di cuore proprio durante la veglia funebre.
Come se non bastasse anche altri 2 fratelli, Michele e Armando (quest’ultimo collaboratore del fratello in vari dischi), furono ricoverati per dei malori ,ma fortunatamente ne uscirono indenni. Eventi che infittiscono il mistero e la perplessità riguardo a un concatenarsi di eventi davvero incredibili e inaspettati.
Nella mente di chi lo ha amato rimane l’immagine che possa davvero essere in buona compagnia, anche se è presto per andare via a 60 anni.
I funerali di Mango si sono svolti nella chiesa madre di Lagonegro in mattinata, mentre quelli del fratello nel pomeriggio della stessa giornata, il 10 dicembre 2014.