Federico Moccia invita Riccardo Scamarcio a ricredersi su Tre metri sopra il cielo

Federico Moccia ha invitato Riccardo Scamarcio a ricredersi su Tre metri sopra il cielo dalle pagine del settimanale Diva e Donna. “Con lui non ci sentiamo più – ha detto il famoso regista e scrittore -, ma gli ho mandato il romanzo. All’epoca era pieno di entusiasmo per il mio personaggio. Magari ritrova la luce di allora. Mi dispiace che Riccardo tenda a rimuovere il suo passato. Penso a Luca Zingaretti che poi, alla fine, si è ricreduto e ha saputo convivere serenamente con il successo di Montalbano. In Spagna stanno scrivendo la sceneggiatura di Tre volte te e lo gireranno a febbraio. in Italia non c’è ancora nulla”.

Federico Moccia – Foto: Facebook

Il 53enne scrittore, sceneggiatore e regista italiano, sindaco del paese di Rosello dal 2012, ha ricordato che il film ripercorre la sua vita. “Avevo la mia Honda 350 – ha dichiarato Federico Moccia -, ma non correvo come un pazzo. Non c’era quell’adrenalina. Babi era la mia ragazza, il mio primo amore da quindicenne ovvero Fabrizia. Una storia che mi ha travolto… Quando scopri che l’amore è anche paura e dolore. Step è la mia proiezione, era quello che avrei voluto essere, anche perché da ragazzo le ho solo prese le botte. Per questo andavo in palestra, ma ci ho provato senza grandi risultati, anche perché io non prendevo anabolizzanti. Step è la mia vendetta letteraria”.

Redazione-iGossip