Muammar Gheddafi In Tv Denigra L’Italia

Il leader libico Muammar Gheddafi riappare in pubblico grazie alla Tv di Stato che mostra le immagini di un Rais stanco e provato che rivolge poche parole, affermando che solo il popolo ha in mano il futuro della Libia, adesso come a partire dal 1977 quando, secondo le sue parole, il potere è stato ceduto proprio ai cittadini che ne hanno disposto sia a livello amministrativo che politico. Dopo le dichiarazioni sulla presunta colpevolezza del terrorismo islamico e delle intenzioni di Bin Laden che, attraverso l’uso di droghe nell’acqua e negli yogurt, aveva guidato il popolo libico alla rivoluzione, Gheddafi continua con le sue affermazioni fuorvianti che ne stanno facendo uno degli uomini più controversi che la politica internazionale abbia mai avuto la sfortuna di conoscere.

L’annuncio del Rais viene trasmesso in concomitanza con il 34° anniversario della fondazione della Giamahiria, per il quale l’uomo di potere fa gli auguri al popolo non celando parole di inimicizia nei confronti del governo italiano ed in particolar modo fregiandosi dell’aver piegato l’esercito italiano e di averlo costretto a chiedere scusa quindi a ripiegare le armi per terminare l’occupazione.
Intanto dall’Italia giungono unicamente le risposte del Papa che, preoccupato, chiede maggiore solidarietà nei confronti della gente che sta vivendo questa tragedia come vittima. A riferirlo è Josette Fheeran, direttore esecutivo del programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite, oggi ricevuta in udienza da Benedetto XVI.

WebWriter