Allarme Consumatori, i saldi 2011 non invogliano

le famiglie italiane non sono invogliate dai saldi 2011

Crisi in quasi tutti i settori. La prima settimana di saldi non è andata per niente bene. Le vendite sono scese molto rispetto all’anno scorso. Le famiglie preferiscono di gran lunga occuparsi dei beni primari, no a marche costose e abiti alla moda.
Le poche vendite di questa settimana fanno pensare ad un calo di circa il dieci per cento delle vendite rispetto all’anno scorso. Questi i dati raccolti e calcolati dalle associazioni Federconsumatori e Adusbef. La situazione economica influisce molto sulle famiglie italiane, le quali cercano di ridurre le spese al minimo. Si calcola un consumo per famiglia di circa 134 euro, cifra molto bassa dalla quale si deduce che molte famiglie non sono invogliate a fare acquisti e sicuramente non fanno acquisti non importanti.

Si potrebbe dire che il classico “shopping” sia stato messo da parte a favore del benessere primario, come alimenti e quant’altro.

WebWriter