Alvaro Vitali attacca Lino Banfi: “Ha rinnegato il cinema degli anni ’80 e anche me”

Alvaro Vitali ha attaccato il collega pugliese Lino Banfi durante l’ultima puntata del programma “La confessione” di Peter Gomez su Canale Nove, perché ha rinnegato i film del cinema sexy degli anni ’80.

Alvaro Vitali, in arte Pierino – Foto: Facebook

Il simpaticissimo e divertente Pierino è stato ormai da anni emarginato e dimenticato dal mondo del cinema. In diverse trasmissioni tv e radiofoniche Alvaro Vitali si era lamentato di questo fatto. Tutti i colleghi e addetti ai lavori del settore cinematografico l’hanno abbandonato. Ha ribadito questo concetto anche a La Confessione.

L’attacco a Lino Banfi

“Nessuno mi ha aiutato – ha affermato l’incorreggibile attore romano Alvaro Vitali – Lino Banfi è uno come Edwige Fenech, che rinnega quel cinema. Lui magari se t’incontra ti dice che vorrebbe farne altri 150. In verità io lo so che rinnega questo cinema. Forse rinnegando questo cinema rinnega anche me”.

La vita di Pierino dopo il cinema

Oggi vive di serate in piazza, pizzerie e locali. Lo scorso anno la sua compagna Stefania Corona aveva lanciato il suo nuovo album intitolato Puzzle Sound, che vedeva la straordinaria partecipazione proprio di Pierino. “Quando la nave affonda i topi scappano – ha detto l’attore a Peter Gomez -, anche al cinema è così e nessuno mi ha aiutato”. Già in passato aveva fatto qualche appello in questo senso: “Sono in pensione dal 2012 e prendo poco più di mille euro al mese, due milioni di lire. Dovrei prendere di più perché ho girato oltre centocinquanta film, ma di almeno trenta non mi hanno mai versato i contributi, Non fa niente, va bene così. Mi bastano per sopravvivere”, aveva raccontato al settimanale di gossip Di Più.