Amedeo Goria nel mirino della famiglia di Michela Morellato: “Ha fatto passare nostra figlia per una poco di buono”

Amedeo Goria è finito nel mirino della famiglia di Michela Morellato. In particolar modo la madre della ragazza si è sfogata dalle pagine del settimanale Oggi. Come ben ricorderete Michela Morellato denunciò per molestie il giornalista e conduttore tv della Rai Amedeo Goria ben 14 anni prima dello scandalo Weinstein.

Ospite di recente da Barbara d’Urso, l’ex marito dell’attuale concorrente del Grande Fratello Vip 5 Maria Teresa Ruta ha raccontato i suoi incontri nel 2005 con l’allora diciottenne Michela Morellato, che poi gli tese un tranello insieme alle Iene e che furono archiviati con una transazione economica, come la trama di un raggiro.

All’ipotesi di un Amedeo Goria vittima si sono opposti i famigliari della ragazza in una intervista al settimanale Oggi.

«Qualche giorno dopo quella serata passata con Goria si è sfogata e ci ha raccontato tutto: lei aveva 18 anni, lui 51. Era spaventata, temeva che, se avesse denunciato quanto successo, le porte di una carriera in tv, a cui teneva tantissimo, si sarebbero chiuse. E questo è accaduto», ha svelato la madre Patrizia.

Per poi aggiungere: «Stava male fisicamente, perse dieci chili e per dormire il medico le prescrisse delle gocce». E poi ha nuovamente riservato l’ultima bordata al papà dell’ex gieffina vip Guenda Goria: «Goria poteva dire solo “è una faccenda chiusa”, non aggiungere altro. Invece ha preferito riaprire ferite dolorose, e dopo tanti anni di nuovo ha fatto passare mia figlia per una poco di buono, una millantatrice che a 18 anni voleva fare il colpo grosso».

Redazione-iGossip