Amy Winehouse morta: droga, autopsia conferma causa decesso?

Amy WWinehouse morta, autopsia rivelatrice?

Ultime notizie sul decesso di Amy Winehouse: morta per cocktail di droga, oggi l’autopsia. Si sta svolgendo in questo momento l’esame autoptico sul corpo di Amy Winehouse, morta nel pomeriggio di sabato scorso. E’ stata trovata cadavere nella sua casa di Londra. Un miscuglio di droghe e alcool avrebbe ucciso la giovane pop star. A 27 anni entra di diritto nel gremito club delle star morte in giovane età.

Milioni di fans la piangono, in migliaia si sono recate, in queste ultime ore, nei pressi della sua abitazione di Londra: fiori, lettere e messaggi d’amore per una star controversa ma dalle doti eccezionali. Chi meglio di lei sapeva amalgamare in un’armoniosa e geniale melodia, blues, rock e jazz? Aveva uno stile di vita alquanto proibitorio, certo. Ma non se ne puo’ dare una colpa. Il genio trionfa anche sull’estro. Ricordate i poeti maledetti? Senza il loro stile di vita “azzardato” non sarebbero riusciti a dare vita a opere geniali e ricche di fascino.

Amy Winehouse, morta per overdose di droga? Lo chiarirà l’autopsia. I risultati potrebbero arrivare già in settimana. The Indipendent, il rinomato  quotidiano inglese, fornisce una chiara versione dei fatti: “Amy avrebbe suonato delle percussioni per diverse ore, scatenando l’ira dei vicini che le avrebbero chiesto di smettere. E si conferma la versione della guardia del corpo: l’uomo è entrato nella residenza di Amy, sabato mattina, trovandola ancora addormentata, senza notare nulla di strano. Più tardi, al rientro nell’appartamento, ha scoperto che la giovane aveva smesso di respirare: ha chiamato immediatamente i servizi di emergenza che sono arrivati sul posto, insieme all’ex-fidanzato, il regista Reg Traviss. Altri tabloid parlavano di overdose dovuta a un cocktail di farmaci e stupefacenti, ma per ora non ci sono conferme ufficiali”. 

WebWriter