Aquilani a tutto campo, parla del Milan e delle sue aspettative


Aquilani
, uno dei giocatori italiani che si potrebbe definire quasi un giramondo,  dal momento che negli ultimi anni ha cambiato sempre squadra, in Italia  o all’Estero, parla della sua nuova avventura al Milan.
“Sono in un club glorioso, uno di quelli che ha vinto di più al Mondo in senso assoluto,  e spero di fare un buon campionato. Sono fiducioso, il campionato è ormai alle porte, e sono pronto a fare la mia parte, in base a quanto mi chiederà di fare il mister”.

Ora Aquilani si è ambientato, anche se i giorni in Nazionale hanno in un certo senso ritardato la conoscenza da parte sua del nuovo ambiente. Ha finalmente metabolizzato la nuova realtà. “Sono un giocatore diverso da Pirlo, e quindi difficilmente potrò fare il suo gioco, anche se essere accostato a Lui, uno dei giocatori più bravi in assoluto, è per me motivo di orgoglio. Del resto”, continua Aquilani, “sono qui per vincere. Io fino ad ora non ho vinto nulla d’importante, fatta eccezione per qualche Coppa Italia e qualche Supercoppa Italiana. Ma qui le possibilità sono assolutamente diverse, e io voglio esserci, voglio cogliere la mia occasione di vincere qualcosa di importante”.

L’esordio in campionato, vedrà il Milan affrontare la Lazio in casa. Per Aquilani è un po’ un amarcord. ”Affrontare la Lazio”, dice il centrocampista del Milan, “è un po’ come un derby per me, dopo i miei trascorsi alla Roma. Sono sensazioni che non si dimenticano, e poi la Lazio è una buona squadra e si è rinforzata, facendo le giuste scelte. La mia stagione scorsa alla Juve, è stata una delle migliori della mia carriera come numero di partite giocate, non posso dire lo stesso per i risultati. Quest’anno, però, conto di esprimermi al meglio e di ripagare mister Allegri della fiducia che vorrà darmi”.

WebWriter