Asia Argento criticata da Selvaggia Lucarelli e Vladimir Luxuria per lo scandalo Harvey Weinstein

Asia Argento è stata duramente criticata dalla sua acerrima nemica Selvaggia Lucarelli e Vladimir Luxuria per lo scandalo Harvey Weinstein. Il ricco e potentissimo produttore hollywoodiano è da giorni finito nel tritacarne mediatico delle polemiche e degli attacchi dopo le confessioni shock di alcune dive di Hollywood, tra cui Gwyneth Paltrow e Angelina Jolie, che hanno confessato di aver subìto molestie diversi anni fa.

Asia Argento – Foto: Twitter

Asia Argento ha raccontato di aver ricevuto un invito per un party della casa produttrice nel 1997. Quando arrivò però non c’era alcuna festa, ma fu portata nella suite di Weinstein. Lì, nonostante lei abbia ripetutamente tentato di sottrarsi, è stata costretta a subire del sesso orale, dopo che Weinstein le sollevò la gonna. “Mi terrorizzava – ha detto la conduttrice tv e attrice Asia Argento all’Ansa -, era un uomo troppo grosso per me. E’ stato un incubo. Non ho detto nulla finora perché avevo paura che potesse distruggermi come ha fatto con molte altre persone. Che potesse rovinare la mia carriera”. Asia Argento ha poi ricordato di aver poi frequentato per anni il produttore, avendo con lui anche rapporti consensuali: “Sembrava ossessionato da me, mi faceva molti regali costosi”. Ma quell’episodio iniziale ha comunque segnato la sua vita per anni: “Mi sono sentita responsabile. Se fossi stata una donna forte gli avrei dato un calcio nelle palle e sarei scappata. Ma non l’ho fatto. E’ stato un trauma orribile”.

La presentatrice di Amore Criminale, Asia Argento, è stata criticata da Selvaggia su Facebook: “Ora. Francamente. Vai a letto con un bavoso potente per anni e non dici di no per paura che possa rovinare la tua carriera. Legittimo. Frigni 20 anni dopo su un giornale americano raccontando di tuoi rapporti da donna consenziente tra l’altro avvenuti in età più che adulta, dovendo attraversare oceani, con viaggi e spostamenti da organizzare, dipingendoli come abusi. Meno legittimo. Ad occhio – ha proseguito la blogger e opinionista tv -, sono abusi un po’ troppo prolungati e pianificati per potersi chiamare tali. E se tu sei la prima a dire che lo facevi perché la tua carriera non venisse danneggiata, stai ammettendo di esserci andata per ragioni di opportunità. Nessuno ti giudica, Asia Argento. Però ti prego. Paladina delle vittime di molestie – ha proseguito Selvaggia -, abusi e stupri, anche no. Facciamo che sei finita in un gorgo putrido di squallidi do ut des e te ne sei pentita. Con 20 anni di ritardo però”.

Anche l’ex deputata di Rifondazione Comunista Vladimir Luxuria ha criticato Asia su Twitter, dando vita a un duro botta e risposta.