Barbara d’Urso denunciata da Angela Cavagna: il ricavato verrà devoluto in beneficenza

Barbara d’Urso verrà denunciata dall’ex showgirl e attrice Angela Cavagna. L’ha rivelato la stessa soubrette e cantante in un post su Instagram in cui ha rivelato che sporgerà querela anche nei confronti dell’ex marito Orlando Portento e degli autori di Pomeriggio 5. Qualcuno di voi si starà domandando: perché? che cos’è successo a Pomeriggio 5?

Alcuni giorni fa Barbara d’Urso ha invitato nel suo salotto tv, Pomeriggio 5, l’ex marito di Angela Cavagna, Orlando Portento, da cui si è separata dopo 23 anni d’amore per trasferirsi a Tenerife insieme a un altro uomo.

Nel corso dell’intervista, Portento è apparso molto provato e ha dato in escandescenza, accusando l’ex compagna di mentire e di averlo ridotto sul lastrico: “Mi ha portato via tutto, ora vivo con 680 euro di pensione e i risparmi che stanno finendo”.

Poi si è scagliato duramente contro l’ex infermiera di Striscia la Notizia: “Basta – ha detto Portento – è venuta qui da te in trasmissione a dire sono milionaria, c’ho un milionario, ho una villa di 700 stanze, 400 piscine. Lei è sempre col cu** a bagno, è grassa, mangia…“.

La padrona di casa l’ha però interrotto: “Ma perché devi parlare così?”. Ma lui ha continuato la sua invettiva contro l’ex moglie: “Io non sono mai stato innamorato”. Barbara l’ha prontamente criticato: “Una cosa del genere ti sembra da dire? Siete stati insieme 23 anni”.

La replica di Angela Cavagna non si è fatta attendere: “Buongiorno cari, vi comunico che dopo quanto accaduto in queste ultime settimane e quanto andato in onda sull’emittente Canale 5 nel programma pomeridiano Pomeriggio 5 giovedì 26.9.2019 ho provveduto a dare incarico all’Avv. Umberto Pruzzo di sporgere denuncia per calunnia, diffamazione, danni morali e personali nei confronti del Sig. Orlando Portento e dei responsabili del programma televisivo”.

Cavagna ha poi precisato sul suo sito internet che l’intero ricavato delle denunce effettuate verrà devoluto in beneficenza per la cura dei bambini meno fortunati all’Istituto Giannina Gaslini di Genova.

Redazione-iGossip