Barbara D’Urso mostra i messaggi dell’ex avvocata di Pamela Prati: Pamela Perricciolo smentisce Eliana Michelazzo

Barbara D’Urso ha mostrato i messaggi dell’ex avvocata di Pamela Prati. Dopo l’ennesimo forfait dell’ex star del Bagaglino, la padrona di casa è passata al contrattacco e ha replicato a Irene Della Rocca, ex legale della showgirl, facendo chiarezza sugli sms che sarebbero stati inviati al produttore del programma circa il compenso per Pamela Prati.

Barbara D’Urso – Foto: Facebook

Dopo aver dato buca alla penultima, Pamela Prati ha servito il secondo “bidone” sul piatto d’argento alla dottoressa Giò. Ma la conduttrice tv partenopea ha voluto dire tutta la verità.

“Dopo quanto accaduto la scorsa settimana – ha spiegato Barbara -, l’avvocato Irene Della Rocca sosteneva di avere chiesto un risarcimento, non un cachet, ma i risarcimenti si richiedono in tribunale. Sostiene che non sia mai partito dal suo telefonino questo messaggio, che qualcuno l’ha cancellato e quindi io avrei detto a voi una bugia. Avviene questo – ha proseguito -, che esattamente intorno alle 15.30, a poche ore dalla diretta che avremmo dovuto fare la settimana scorsa […] dal telefonino con il quale l’avvocato Della Rocca ha sempre interloquito con il produttore di Live Fabrizio Spazzini aveva detto: ‘Sono qui in macchina con Pamela Prati, sto andando all’aeroporto’. In macchina c’era l’avvocato Della Rocca, Pamela Prati e l’autista Mediaset. Due minuti dopo è arrivato questo messaggio del quale ho parlato perché so che c’era, l’avvocato non lo trova più, però ce l’ho io, certo che ve lo faccio vedere perché io le bugie a voi non le dico“.

Quindi avviene la lettura dei messaggi che sarebbero stati inviati dall’avvocato: “Poi io vorrei discutere della parte economica al più presto… direi che già siamo fuori tempo massimo. Ancora non mi ha risposto *** e Pamela sta venendo con me… E se non mi date quello che chiede ***, non scende dalla macchina: 60mila euro di cui 40% alla società *** titolare dei diritti di immagine“. Barbara D’Urso ha ricordato che “dopo questo messaggio, Pamela è partita insieme al suo avvocato. Il giorno dopo Pamela Prati si è resa conto che non aveva fatto una figura meravigliosa […] e ha scaricato l’avvocato”.

Pamela Perricciolo silura Pamela Prati ed Eliana Michelazzo

Pamela Perricciolo ha svelato alcuni dettagli sul finto imprenditore edile Mark Caltagirone e ha smentito le dichiarazioni della sua ex socia in affari Eliana Michelazzo e dell’ex star del Bagaglino a Live – Non è la D’Urso.

“Lo conoscevamo, era un conoscente – ha dichiarato Pamela Perricciolo -. Nell’intervista a Fanpage.it non volevo accusare Pamela ma oggi voglio dire che questo uomo non lo conosco. Avevo il numero di telefono perché dovevo andare a prenderlo per portarlo a Trastevere sotto casa di Pamela. Era stata la Prati a dirmi di andarlo a prendere. Non lo conoscevo e non l’ho mai più visto. Mi ha raccontato che quest’uomo lo conosceva da 16 anni, che conosceva anche la moglie. Si chiama Lorenzo. Lo abbiamo fatto perché eravamo arrivate al punto di non sapere come fare a sviare i dubbi a proposito di questa situazione. Pamela sapeva che non esisteva Mark Caltagirone quasi da subito – ha proseguito -. Ha continuato forse per fare gioco. Sono un po’ delusa da Pamela. Mi sono seduta su questa sedia speranza che ci si sedesse anche lei. Ha 40 anni di carriera alle spalle e doveva chiedere scusa. Cambia avvocati, cambia agenzia: la colpa è sempre di qualcun altro. Ho retto il gioco a Pamela Prati. Ho fatto il lavoro sporco perché non avevo il suo nome”.

E a proposito del coinvolgimento del bambino, il finto Sebastian, ha raccontato: “Non c’è stato uno scambio di denaro perché loro non avevano un Iban, non me l’hanno mandato. La madre del bambino l’aspetto in altre sedi legali. Questo bambino me lo lasciava anche al ristorante tutto il pomeriggio come se fosse un nipote. Non vedo l’ora che sia stabilito chi ha sfruttato chi. La madre sapeva benissimo quello che stavamo facendo. Sapeva il nome e il cognome del bambino. Del tumore alla gola – ha asserito – non è stato mai detto. Vedremo nelle sedi opportune chi faceva mandare cose e a chi. Questo non è un processo. L’ho ingaggiato il finto Mark Caltagirone, il perché lo spiegherò nelle sedi opportune. Le motivazioni le vedremo con la signora Prati, tanto santa non è. Il bambino l’ho preso quel giorno perché Eliana e Pamela Prati volevano farlo vedere agli altri”.

Perché è stata creata questa gigantesca bufala mediatica sul finto matrimonio di Pamela con Mark Caltagirone? “Il perché non lo so- ha detto Pamela Perricciolo a Barbara D’Urso -, me lo sono chiesta anch’io, mi sono chiesta anch’io perché siamo arrivate fino a questo punto”.

Redazione-iGossip