Barbara d’Urso perde la causa contro Selvaggia Lucarelli: “Continua a querelarmi da anni senza successo”

Barbara d’Urso ha perso la causa contro Selvaggia Lucarelli. La conduttrice tv di Mediaset ha perso l’appello e la giornalista de Il Fatto Quotidiano è stata definitivamente assolta. La giurata di Ballando con le Stelle e scrittrice ha annunciato la notizia con grande sollievo, riservando alcune stoccate al vetriolo all’indirizzo della sua acerrima nemica vip mediante un post condiviso con i suoi fan sulla sua pagina Facebook. “Come saprete la donna che continua a querelarmi da anni senza successo (pensate alle nostre tasse che se ne vanno perché non accetta il dissenso o una battuta), ha perso l’appello e sono stata assolta”, ha esordito l’irriverente e pungente giornalista.

Barbara d’Urso e Selvaggia Lucarelli – Foto: Facebook

Barbara d’Urso e la querela a Selvaggia Lucarelli

La reginetta di Mediaset Barbara D’Urso aveva denunciato l’opinionista tv e giudice di Ballando con le stelle nel 2014 per un post condiviso sui social in merito all’intervista rilasciata dalla conduttrice tv di Pomeriggio 5 e Domenica Live a Daria Bignardi nello studio tv de Le Invasioni Barbariche: “L’applauso del pubblico delle Invasioni alla D’Urso ricordava più o meno quello alla bara di Priebke“.

Il tribunale di Milano, sezione X penale in composizione monocratica nella persona del giudice dott. La Rocca, aveva stabilito che Selvaggia Lucarelli era colpevole del reato di diffamazione aggravata ai danni di una delle vip italiane più bersagliate sui social. Dopo la sentenza di primo grado, la giornalista e opinionista tv aveva scritto sui social: “Leggo di condanne, risarcimenti, mancate scuse (?!), beneficenza. Per la cronaca, è il primo grado e non ho dovuto liquidare la somma, ricorrerò in appello. Ci aggiorneremo eh”.

In appello i giudici hanno dato ragione a Selvaggia Lucarelli.

Il commento di Selvaggia Lucarelli

La giornalista e scrittrice ha pubblicato anche la sentenza sulla sua pagina Facebook e ha scritto: “Ad ogni modo, le motivazioni della sentenza d’appello sono divertenti.
I giudici dicono che in effetti, vista la sua notorietà, è stata l’ospite meno applaudito della puntata e che la Bignardi, imbarazzata, ha dovuto chiedere un altro applauso.
Aggiungendo che non si capisce come ci possa essere un collegamento tra una SOUBRETTE e un personaggio storico – ha continuato Selvaggia -, a parte quello evidente della satira”.

Per poi concludere: “Nel frattempo un’altra sua querela sempre nei miei confronti è stata archiviata. Ah, questa è la sentenza cara Barbara. E purtroppo non è possibile farla passare per una vittoria su Instagram con hashtag trionfanti”.

Redazione-iGossip