Bimbo di 3 anni finisce in ospedale: Arrestati la madre e il convivente

Ennesimo caso di violenza su minori. Questa volta a pagare le conseguenze della crudeltà degli adulti, è un bimbo di 3 anni.Il piccolo è stato ricoverato presso l’Ospedale  Sant’Anna di Ferrara e sul suo corpo sono state trovate fratture, bruciature, ematomi, ecchimosi, che secondo gli inquirenti, sono stati inflitti dalla madre e dal convivente.

La donna, una giovane di 24 anni è scappata qualche mese fa dal marito, portando via con sé il figlio. Si trasferiscono a Ferrara e lei va a convivere con un uomo di 30 anni, con precedenti penali, anche violenti. Una storia assurda che porta il gip Bighetti ad emettere un provvedimento di custodia cautelare, per evitare inquinamento delle prove. Dal carcere però la madre del piccolo e il convivente continuano a gridare la propria innocenza e ripetono che il bimbo è solo caduto.

Attualmente la custodia del bambino è stata affidata al padre naturale, che presto potrà riportarlo a Torino, anche se i medici dell’ospedale hanno dato 40 giorni di prognosi al piccolo di 3 anni, che ha dovuto pagare per la cattiveria di chi invece dovrebbe prendersi cura di lui, e amarlo più di qualsiasi altra cosa al mondo.

Ma perché si mettono al mondo bambini se poi si ha intenzione di maltrattarli? Perché non si capisce che i bimbi vanno amati, curati, difesi, protetti come creature innocenti, senza alcuna colpa?