Calciomercato Inter: Tevez e Amauri nel futuro nerazzurro

Diego Forlan, l'attaccante dell'Inter si è infortunato nella partita giocata con la sua Nazionale.
Il calciomercato dell’Inter fa registrare un altro nome, quello di Amauri, che sembra ormai essere uscito, quasi definitivamente, dalla lista dei possibili arrivi in casa del Milan.
Ranieri deve aggiungere un altro infortunato alla già lunga lista degli indisponibili. Forlan, nella partita che ha disputato con la sua nazionale, oltre ad aver segnato, e questa potrebbe essere stata una buona notizia, si è anche procurato un fastidioso infortunio muscolare che lo terrà lontano dal terreno di gioco per almeno 3-4 settimane. Un  altro in meno, in un reparto che non sta regalando troppe soddisfazioni al tecnico.

Questo infortunio  sarà un’ulteriore spinta per Moratti a rinforzare la squadra che, allo stato dei fatti, potrebbe anche correre il rischio di uscire prematuramente dalla Champions, a prescindere dal risultato positivo ottenuto in Russia.
Di segnali poco incoraggianti, relativamente alla salute dell’Inter, ce ne sono in abbondanza  e allora, bando alle ciance,  bisogna cominciare a fare delle vere trattative, e non solo ipotesi.
La prima, del resto si tratta di una trattativa infinita, che va avanti ormai a diversi mesi,  è quella che potrebbe portare all’Inter quel Tevez, che ormai aspetta solo gennaio per poter cambiare aria.

La sua partenza dal City è ormai più che sicura, sarebbe già cosa fatta se solo le regole lo consentissero, e visto che il costo dell’Apache è precipitato dai 40 milioni di € di agosto ai 23 milioni attuali, l’operazione è possibile, anche se vi sono altri pretendenti.
Il solo ostacolo potrebbe essere l’ingaggio decisamente impegnativo, condizione che potrebbe favorire il PSG nella corsa all’Argentino, visto l’interesse dimostrato dal club francese per il quale, oltre tutto, non sembrano esistere limiti di spesa.
Amauri è, invece, una new entry e oltre ad essere un sicuro partente dalla Juve, è anche un  giocatore piace molto a Ranieri e questa volta,  Moratti potrebbe anche accontentarlo.

WebWriter