Calciomercato Napoli: Rossi si, ma con Lavezzi

Valter Mazzarri, l'allenatore del Napoli, parla del calciomercato del club di De Laurentis
Rossi si, ma con  Lavezzi”. A dirlo è Mazzarri che parla del calciomercato del Napoli e delle prospettive che potrebbero aprirsi con l’eventuale arrivo in azzurro di Pepito Rossi.  “Per me, in rosa, debbono esserci 22 giocatori” continua Mazzarri, “e quindi questo è il motivo per cui ho più volte detto no ad eventuali arrivi che non avrebbero fatto la differenza. Ma, ovviamente, se arrivasse un top player, il discorso sarebbe completamente diverso. Con tutte le partite che dobbiamo affrontare quest’anno e con il fatto che dovremo giocare praticamente ogni tre giorni, non avrei proprio nessun problema a lasciare fuori uno tra Cavani, Lavezzi, Hamsik o Rossi. L’attaccante del Villareal mi andrebbe benissimo, vorrei vedere, si tratta di un top player, ma a condizione che resti anche Lavezzi.”
L’allenatore del Napoli affronta tutte le vicende del mercato dei partenopei e rivela anche che, nella sua lista di nomi, vi era al primo posto Vucinic che, secondo Lui, sarebbe stato il giocatore ideale in quanto in grado di ricoprire il ruolo sia di Cavani che di Lavezzi. Nella lista vi erano anche Criscito e Vidal, ma poi le cose sono andate diversamente.
“Su Trezeguet il discorso è diverso” continua Mazzarri. “E’ stato un top player, nessuno lo discute, solo che adesso secondo me non lo è più, quindi l’ho dello atta società che ha deciso di conseguenza di lasciar perdere.”
Sulla vicenda Lavezzi, sulla quale si è scritto tanto e, molto probabilmente troppo, Mazzarri precisa che la decisione l’aveva presa lui, come del resto fa per tutto quello che rientra nelle sue competenze  e che ha sempre fatto in completa autonomia da quando è a Napoli, e che aveva deciso di concedere al Pocho ancora questo periodo di riposo per consentirgli di ritemprarsi,  soprattutto mentalmente per le note vicende personali, perché  si era reso conto che ne aveva un pressante bisogno.
Quindi, il calciomercato del Napoli, non è da considerarsi  chiuso, e potrebbe riservare delle piacevoli sorprese.

WebWriter