Calcioscommesse: anche Buffon, Cannavaro e Gattuso nel giro?

calcioscommesse

Lo scandalo calcioscommesse continua a tenere banco durante queste feste natalizie e quando il nostro calcio è ancora in pausa. Mentre si attende quindi l’avvio del nuovo anno calcistico con sfide importanti per la conqusita dello scudetto, purtroppo il nostro calcio deve vivere ancora momenti bui e difficili dopo calciopoli. L’incredibile giro di partite truccate sgominato dalla Procura di Cremona in estate si sta approfondendo in questo periodo, culminato con l’arresto di Cristiano Doni che ora si trova agli arresti domiciliari. L’ex capitano dell’Atalanta ha parlato proprio nelle ultime ore, spiegando che agiva per il bene della sua squadra, ma la società è completamente estranea ai fatti.

Sono però numerose le intercettazioni che sono sbucate durante quest’inchiesta e tra queste ci sono i nomi di tre calciatori italiani campioni del mondo. In poche parole gli investigatori hanno ascoltato alcune telefonate di Nicola Santoni, quando ormai lo scandalo calcioscommesse era già scoppiato. L’ex preparatore dei portieri del Ravenna, durante una telefonata con un certo Maurinho Ernandes, ha citato alcuni calciatori che sembrano essere degli scommettitori incalliti. Santoni parla di Buffon, Gattuso e Cannavaro come dei veri e propri malati per questo tipo di scommesse. Addirittura, stando sempre alle parole di Santoni, Buffon giocherebbe anche 100-200 mila euro al mese. Cifre insomma esorbitanti che però al momento non sembrano essere molto attendibili. Si tratta insomma di una considerazione fatta da Santoni, mentre i calciatori italiani nominati in quest’intercettazione hanno preferito non parlare.

E’ indubbiamente una situazione complicata, il calcio italiano continua ad essere bombardato da situazioni davvero antisportive che fanno ancor di più capire come la vera essenza di questo sport ormai sia stata perduta completamente. Si attendono comunque situazioni più chiarificatrici sulle posizioni di Buffon, Cannavaro e Gattuso. Finché non ci sarà una risposta dei diretti interessati difficilmente si potrà capire qualcosa in più, ma i tre calciatori italiani non sembrano coinvolti in questo scandalo del calcioscommesse.

WebWriter