Camion dei rifiuti sprofonda in una voragine

compattatore rifiuti solidi urbani vista posteriore di un modello classico
Bruttissimo incidente nella notte per 3 operai della ditta Airola di Benevento, intenti a svolgere il loro lavoro di raccolta rifiuti a Casalnuovo, nel napoletano. La strada ha improvvisamente ceduto durante il passaggio del mezzo. Il conducente, 43 anni, è morto sul colpo. I due collaboratori sono rimasti feriti e attualmente ricoverati all’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. Ma il bilancio dei feriti sale drasticamente durante i soccorsi. Infatti sul posto sono intervenuti, insieme ai carabinieri di zona e a diverse autoambulanze, i vigili del fuoco di zona e uno di loro si è ferito cadendo all’interno del ‘buco nero’ durante le operazioni di recupero della salma del conducente.

La buca si è aperta improvvisamente e la botta ha ucciso il conducente sul colpo. Originario di Marignanella, l’operaio lascia moglie e figli. I suoi colleghi sono ricoverati all’ospedale di Napoli, uno in prognosi riservata, l’altro, decisamente più fortunato, è guaribile in 7 giorni. Anche per il pompiere le ferite sono guaribili in 10 giorni.

Il terribile incidente è avvenuto intorno alle una di notte in via Strettola. La comunità è sconvolta. La voragine nell’asfalto sembra sia ancora in movimento e che si allarghi sempre di più, quindi è stata ritenuta pericolosa, al punto da dover evacuare alcuni stabili nelle vicinanze, per un totale di 25 nuclei familiari.

Sulla tragedi aè stata aperta una inchiesta. Indagano i Carabinieri del Nucleo Operativo di Tenenza.

Incidenti di questo tipo, purtroppo, si verificano decisamente troppo spesso. Nel mese di giugno, nel Ravennate una Fiat 500 è stata inghiottita da una voragine dello stesso tipo, apertasi improvvisamente sulla strada provinciale, quella che porta ai Lidi. In quel caso la madre morì sul colpo. La figlia rimase gravemente ferita.

WebWriter