Cannes, Ovazione Per Habemus Papam, Moretti Piange

Cannes, Francia– Al Festival di Cannes è il giorno di  Habemus Papam, il nuovo film di Nanni Moretti, dieci anni dopo la sua Palma D’Oro al Festival del Cinema francese con la pellicola “La stanza del figlio“. Il film tanto atteso ha sorpreso (positivamente) nella prima di gala, ieri sera. Pubblico in delirio: dieci minuti di applausi ininterrotti, ritmati. Un’ovazione facilmente comprensibile per il “genio italiano”, sempre apprezzato al Festival del Cinema di Cannes, Moretti è uno dei registi più ammirati anche per l’impegno sociale-politico in patria.

Habemus Papam ha suscitato l’interesse del pubblico internazionale e dei numerosi giornalisti presenti a Cannes, incurisisti per una pellicola che ha suscitato numerose critiche in Italia per via della presenza “forte” del Vaticano. Nanni Moretti ha “ascoltato” il lungo applauso non lesinando un momento di pura commozione: lacrime di gioia, dense di passione, lacrime di felicità per una sfida che ha già il sapore della “vittoria”. E al giornalista che invita ad un ariflessione politica, Moretti replica: «E’ vero, ho organizzato i girotondi, ho fatto politica, basta guardare i film che ho girato, le cose che ho detto in questi anni, dal 2004 fino ad oggi, insomma sapete chi sono… In Italia quando esce un mio film, succede che del lavoro fatto si parli pochissimo, questo è invece un posto piacevole perché un film torna ad essere un film».

WebWriter