Corruzione, ai domiciliari anche l’ex assessore Prosperini

 

L'ex assessore lombardo Prosperini arrestato per corruzioneDopo la bagarre tra Papa e Tedesco, che ieri hanno subito un linciaggio mediatico mentre avveniva il voto segreto alla Camera e al Senato per la loro condanna, oggi un nuovo caso di corruzione è venuto a galla: l’ex assessore regionale al turismo Piergianni Prosperini è stato condannato ai domiciliari con l’accusa di corruzione e false fatturazioni per delle tangenti ricevute per favorire un imprenditore, a sua volta arrestato dopo una gara d’appalto per la promozione di eventi in Valtellina. È una situazione recidiva per Prosperini, finito in carcere già nel 2009 con l’accusa sempre di aver ricevuto delle tangenti: aveva patteggiato e ottenuto una condanna da 3 anni e 5 mesi.

L’ipotesi accusatoria, capitanata dal Gip di Milano, Andrea Ghinetti, che ha firmato il provvedimento di custodia cautelare, richiesta dal pm Paolo Storari, indica che Prosperini quando era assessore al Turismo della Lombardia prese tangenti dal valore che oscilla tra i 10 mila euro e i 20 mila euro: l’accusa avanzata all’ex assessore lombardo prevede che egli compisse atti illeciti nell’ambito della Bit (la Borsa Italiana del Turismo) oltre ai già citati problemi legati alla Valtellina, dove gli appalti per l’organizzazione di eventi sono stati falsati. Per collaborazione con l’ex assessore lombardo sono state indagate anche altre due persone: si tratta di di un dirigente della Regione che è accaduto di truffa aggravata nei confronti dell’istituto regionale, mentre per il secondo si tratta di un funzionario del Consiglio Regionale, denunciato per presunta corruzione.

Inoltre, per terminare il giro, il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Milano sta indagando anche su due reti televisive locali: sono stati avviati dei sequestri a livello finanziario per controllare irregolarità possibili riguardanti commesse ricevute dal politico. Anche a livello televisivo, infatti, Prosperini avrebbe manipolato degli appalti recenti. Tempi bui per la politica italiana.

WebWriter