Daniela Martani sul Coronavirus: “I vegani non lo prendono, la natura si ribella”

Daniela Martani ha espresso la sua teoria sul Coronavirus durante una recente puntata del programma radiofonico La Zanzara di Giuseppe Cruciani e David Parenzo. L’ex concorrente del Grande Fratello e conduttrice radiofonica non è nuova a dichiarazioni di questo genere ed è finita spesso al centro di aspre e durissime polemiche per le sue sfuriate e le sue teorie contro coloro che mangiano carne e i cacciatori. Ora la deejay e web influencer ha espresso la sua opinione shock sulla diffusione del Covid-19, scatenando una valanga di polemiche e indignazione in Rete.

Daniela Martani – Foto: Facebook

L’attivista per i diritti degli animali ha spiegato in radio che i “vegani hanno meno possibilità di prendersi il virus, il sistema immunitario è molto più elevato di chi mangia carne. Se il mondo fosse vegano non ci sarebbe stato il Coronavirus, non lo dico io ma lo dicono tutti”.

ARBIDOL E LA BUFALA SUL MIRACOLOSO FARMACO RUSSO CONTRO IL CORONAVIRUS

L’ex pasionaria di Alitalia ha poi continuato: “Il Covid-19 fa parte di quella famiglia di virus nati dal nostro rapporto con gli animali selvatici. Noi siamo gli unici che evitano che si diffondano questi virus, perché mangiando la carne e certi tipi di animali si diffondono questi virus. Avete mai sentito parlare di un virus che si diffonde a partire dai ceci, dai fagioli o dalle verdure? […] Quest’anno non mi sono presa nemmeno un raffreddore”.

Daniela Martani – Foto: Instagram

CORONAVIRUS, ROCHE CEDE GRATIS IL FARMACO PER L’ARTRITE REUMATOIDE

La donna, facendo suoi alcuni principi del malthusianesimo, è arrivata a descrivere il Coronavirus come una sorta di male necessario: “La natura si ribella, si riequilibra: noi siamo troppi, le risorse stanno esaurendo e la natura si riequilibra. Questo virus potrebbe equilibrare il mondo, non è una punizione ma un riequilibrio”.

EMERGENZA NUOVO CORONAVIRUS: ECCO COSA FARE IN CASO DI FEBBRE, TOSSE, MAL DI PANCIA, NAUSEA E RAFFREDDORE

DECRETO GOVERNO CONTE SUL CORONAVIRUS: COSA SI PUÒ FARE E COSA È VIETATO

L’ex gieffina ha poi concluso la sua tesi con altre considerazioni approssimative e non rigorose: “L’area più colpita è la Pianura Padana e lì c’è la maggiore concentrazione di allevamenti intensivi”.

LEGGI I CONSIGLI, LE LINEE GUIDA E LE PRECAUZIONI PER EVITARE IL CONTAGIO DA CORONAVIRUS

Redazione-iGossip