Efe Bal vs Vladimir Luxuria: “Ha fatto di tutto per non farmi partecipare all’Isola dei famosi”

Efe Bal ha il dente avvelenato. La famosa transgender turca è tornata a parlare della sua eliminazione dal cast della penultima edizione del reality show di Canale 5, l’Isola dei famosi, alcune settimane prima dell’inizio del programma tv condotto da Alessia Marcuzzi durante un’intervista radiofonica rilasciata ai microfoni di Radio Cusano Campus nel corso del format ECG, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio. L’esclusione dal cast dell’Isola dei famosi 2016 di Efe Bal torna dunque sotto i riflettori mediatici. La transessuale ha svelato che è stata l’ex deputata di Rifondazione comunista Vladimir Luxuria a imporre il veto.

Efe Bal – Foto: Facebook

“Potevo cambiare vita un anno fa – ha detto Efe -, mi avevano chiamato dall’Isola dei Famosi. Poi mi hanno escluso per una battuta, perché dissi che sull’Isola avrei portato cento preservativi. Sono venuta a sapere da un ragazzo mio cliente che lavora nell’ambito di Mediaset che non ho potuto partecipare all’Isola dei famosi per colpa di Luxuria, che ha fatto di tutto e di più per non farmi partecipare. Lei ha parlato con Simona Ventura e mi hanno fatto fuori, lei, Simona Ventura, l’anno scorso era la chiave del programma, tutto il programma era basato su di lei… è andata all’Isola e prendeva 10mila euro a settimana, mentre, gli altri prendevano 2mila e 500 euro a settimana. Luxuria ha parlato male di me a Simona Ventura”.

Ha parlato anche dell’8 marzo, data in cui ricorre la Giornata internazionale della donna. “Io sono una trans, non sono una donna, a chi mi fa gli auguri – ha sottolineato Efe Bal – rispondo che non è la mia festa, anche se mi sarebbe piaciuto molto nascere donna. Lo sciopero delle donne? Non sono d’accordo, io non ho mai avuto problemi con gli uomini, secondo me una donna che viene trattata male da un uomo è colpevole al 50%”.

Poi ha svelato un aneddoto sulla sua attività di escort: “Poi non sciopero perché l’otto marzo lavoro, ci sono tanti uomini che magari prima regalano la mimosa alla loro donna, poi lei esce con le amiche e loro vengono da me. Capita spesso, non solo nelle feste o in giornate particolari. Ho tanti clienti che sono sposati o fidanzati, ma mi capita di lavorare anche con le donne, se sono belle e pulite”.

Lo scorso anno Efe era stata inizialmente inserita come candidata consigliera comunale nel Partito Liberale alle elezioni amministrative 2016 di MilanoRaffaele Strada e Tiberio Buonaguro del Partito Liberale avevano inizialmente avanzato la richiesta alla escort turca in vista delle elezioni comunali del 5 giugno 2016 per via del suo impegno a favore della legalizzazione della prostituzione. Ma anche in questo caso la sua candidatura era stata poi bocciata all’ultimo.

Redazione-iGossip