Emilio Fede disperato: “8mila euro mensili non mi bastano”

Emilio Fede è davvero disperato e distrutto. Gli 8mila euro, che percepisce come pensione, non gli bastano! L’ex direttore del TG4 e fedelissimo dell’ex premier Silvio Berlusconi si è sfogato al programma radiofonico La Zanzara, che va in onda su Radio 24. “Devo pagare la rata della macchina in leasing – si è lamentato il giornalista in pensione -, l’autista, la badante e l’affitto di casa. E le bollette. Una volta non pagavo nulla. Non sono tanti, c’è anche la benzina, la cameriera ad ore, le bollette dei telefonini. Alla fine del mese non mi avanza niente”.

Emilio Fede - Foto: Facebook
Emilio Fede – Foto: Facebook

Emilio Fede ha poi perso le staffe: “A chi mi dice qualcosa: vadano affan…. e a pulire i cessi. In banca sono rimasti 12mila euro, il resto è sotto sequestro. Per tre udienze in tribunale l’avvocato Alecci mi ha portato via 400mila euro, lei è stata condannata a restituirmi i soldi, ma finora non lo ha fatto”.

L’ex direttore del Tg4 Emilio Fede ha poi rivelato di essere perseguitato da messaggi e chiamate di anonimi sui suoi numeri privati: “Messaggi terrificanti dell’orrore, gente tagliata a pezzi e data ai maiali. Minacciano il Papa, di mettere delle bombe. Ho denunciato tutto alle procure di Napoli, Roma e Torino. E pure alla polizia postale e all’antiterrorismo. Ci sono pure complicità e istigazioni al terrorismo. Sono farabutti e ricattatori che mi chiamano continuamente. Ho dato alla polizia anche immagini di violenza sessuale”.

Lo sfogo dell’ex direttore del TG4 sta scatenando l’ira e l’indignazione di tantissimi italiani che non percepiscono neanche 1000 euro al mese. Per molti, il suo sfogo è uno schiaffo indegno e indecoroso nei confronti di milioni di poveri che lavorano in condizioni disumane e percepiscono stipendi e salari da fame!

Redazione-iGossip