Ennio Fantastichini “Sono stato molestato e ho avuto esperienze gay”

Le Cose Che Restano - Photocall: The 5th International Rome Film Festival

L’attore Ennio Fantastichini si confessa e racconta di abusi subiti quando era piccolo e di alcune esperienze omosessuali “Io a 12 anni ho subito molestie, ma ho reagito” ha raccontato Fantastichini “Successe all’oratorio, con un prete di passaggio. Credo che altri abbiano invece ceduto. D’altra parte la sessualità è naturale: come fanno i preti a praticare l’astinenza?”

L’attore ha dunque ammesso di aver avuto esperienze gay “Poi ho ricevuto un po’ di avance maschili. Mi toccavano, dicevano: vieni a dormire da me. Il fatto è che nell’innocenza di quegli anni ero un po’ imbarazzato a essere duro, a dire ciò che non mi piaceva” ha rivelato “Magari quello era un regista, come un colombiano che era innamorato perso, allungava la mano e dovevo riuscire a sottrarmi con gentilezza. Come tutti, qualche esperienza l’ho avuta. Per la mia generazione dire di no era borghese, dovevi essere disponibile dal punto di vista mentale, ma quelle 2-3 volte che è successo non mi sono trovato”.

Dopo queste dichiarazioni l’attore ha parlato della sua vita dissoluta fra sesso e droga “Gian Maria Volontè aveva in giardino una pozza di acqua gelida, mi faceva spogliare e lì dentro passavamo ore a chiacchierare nudi, bere, tirare coca. Le donne a un certo punto ci chiamavano, ma noi andavamo a nasconderci dietro la lavatrice dove ci aspettava una bottiglia di vodka e uscivamo alle sei di mattino”.

Infine un’amara considerazione “Quanto prenderò io di pensione? 1240 euro al mese. A volte mi dico: sei un fallito di merda”.

valentina