George Clooney: al Festival di Venezia applausi per ‘le idi di marzo’

George Clooney riceve applausi e lodi per il film che presenta al Festival di Venezia 2011, “le idi di marzo” che lo vede protagonista sia come regista che come attore.
Georgie Clooney ha ideato, scritto e diretto la pellicola. “Le idi di marzo” è un film politico che Clooney ha ideato poco dopo la conquista della Casa Bianca da parte di Barack Obama.
Nel cast con Clooney anche Marisa Tomei, Evan Rachel Wood e Philip Seymour. Tre grandi artisti per una pellicola che ha aperto il Festival del Cinema di Venezia accogliendo il plauso dei critici, dei giornalisti e degli addetti al settore presenti in sala.
“Le odi di marzo” è un thriller che si incentra intorno ad uno scandalo sessuale. La storia narra di un candidato alla Presidenza liberale, interpretato da George Cloone, caratterizzato da innocenza e nobiltà d’animo. Come i suoi 2 collaboratori che lo aiutano nella corsa alla Casa Bianca. George Clooney si batte contro un candidato che non solo non è trasparente, ma è anche consapevole e divertito nel suo comportamento scorretto. Lo spin doctor è interpretato da Paul Giamatti. Sembra che anche Giamatti interpreti magistralmente il suo personaggio.
“Le odi di marzo “ racconta tutte le bassezze della politica, di come anche i personaggi più impensabili prima o poi si abbassino a sgambetti e sotterfugi.
L’arrivo dell’attore a Venezia, in compagnia dell’amica Claudia Shiffer ha destato euforia e entusiasmo tra i tanti fans che aspettavano il divo d’oltre oceano. Dopo la fine della sua storia con la nostrana Elisabetta Canalis, George Clooney sembra si stia dedicando esclusivamente al lavoro e i frutti di tutto questo impegno certamente non si faranno attendere. “Le idi di marzo” ha riscosso un successo inaspettato al Festival Del Cinema di Venezia, il che fa promettere bene per il futuro da regista dell’attore cinquantenne.

WebWriter