Gianluca Vacchi risponde ai detrattori: “Il vostro odio finirà nel nulla”

Gianluca Vacchi è finito nel mirino del popolo della Rete dopo che si è diffusa la notizia dei suoi problemi con un istituto bancario italianoMr Enjoy ha accumulato un debito da 10 milioni di euro con il Banco BPM. L’istituto bancario, nato a gennaio dalla fusione tra Banco Popolare e Banca Popolare di Milano, aveva concesso un prestito  di 10 milioni e mezzo alla First Investment spa, la holding di partecipazioni di cui la star del web Gianluca Vacchi è amministratore unico. Siccome il prestito non è stato restituito il Banco BPM ha ottenuto il sequestro di beni. Sono stati pignorati yacht, ville, azioni e quote del golf club Casalunga di Castenaso. La notizia è stata diffusa dai quotidiani del gruppo Riffeser: QN, La Nazione e il Resto del Carlino. Ma Gianluca non demorde e ha replicato con alcuni video ai suoi detrattori e alle malelingue.

Gianluca Vacchi – Foto: Instagram

In passato il Kim Kardashian all’italiana aveva già avuto alcuni problemi con le banche, in particolar modo con la Popolare di Vicenza per una villa a Porto Cervo per la quale aveva ottenuto un mutuo da 6 milioni di euro non interamente restituito.

Floating breakfast…? @regnumcarya @effek #gvlifestyle

Un post condiviso da Gianluca Vacchi (@gianlucavacchi) in data:

Colazione a bordo piscina, balli scatenati sullo yacht e serate vip in disco per il famoso, popolare e chiacchieratissimo imprenditore italiano… Mr Enjoy continua a spassarsela in attesa che esca il suo brano Viento.

Sardinia.. #gvlifestyle @effek

Un post condiviso da Gianluca Vacchi (@gianlucavacchi) in data:

“A tutti i miei detrattori estivi – ha dichiarato Vacchi -, vi devo dare l’ennesima delusione perché tutto il vostro odio di ieri purtroppo finirà nel nulla più assoluto e vi resterà solo un gran caldo. Ma io vi voglio bene lo stesso”.

Resting moments with the Summer Song,before shooting … @nicolazucchi @calvinharris @pharrell @katyperry @bigsean @effek #gvlifestyle #feels

Un post condiviso da Gianluca Vacchi (@gianlucavacchi) in data:

Intanto il settimanale Spy di Alfonso Signorini ha smentito parzialmente lo scoop diffuso dai quotidiani del gruppo Riffeser e ha precisato che al momento nulla è stato sequestrato a Vacchi sottolineando il fatto che tutta questa vicenda risale a un anno e mezzo fa quando l’imprenditore aveva una società, la First Investments spa per cui aveva chiesto un prestito da 10 milioni e mezzo di euro al Banco Bpm. Successivamente tra la banca e l’imprenditore è nato un contenzioso legale. Al momento nessun giudice si è espresso. C’è la richiesta di sequestro della banca anche se non è diventata esecutiva.

La vita è sacra e guai a chi la tocca! Il gossip è un elisir di lunga vita... Perché? Ti fa sorridere, ti incuriosisce e ti allunga la vita!

Lascia un commento