Catrina Davies “Il mio ragazzo mi ha picchiato”

Catrina-Davies-prima-di-entrare-in-studio

Catrina Davies racconta per la prima volta l’aggressione subita dal parte del suo ex compagno che avrebbe addirittura tentato di ucciderla “Era diventato un mostro, non l’avevo più riconosciuto. Era una bellissima e bravissima persona che, però, non accettava il mio lavoro. Sono sempre in viaggio e non sono mai al telefono. C’era gelosia. Io volevo fare una pausa. Lui faceva scenate davanti alla gente. Le mie amiche mi avvertivano. La scenata ci sta ma quella sera, è scattato qualcosa dentro di lui…” ha raccontato.

“Lui voleva parlare ma io gli dicevo che volevo parlare a casa. Lui voleva parlare in quell’istante. Passa dal sedile dietro a quello davanti. Lui però mi ha preso dai capelli e mi ha portato al sedile dietro dell’auto. Urlavo, volevo che la macchina si fermasse. Avevo la cintura. Volevo chiamare la polizia. Il mio ex non voleva la polizia e mi aveva chiesto di ripartire. Il mio accompagnatore aveva chiamato la polizia. Lui, poi, mi ha tirato fuori dalla macchina e mi stava lasciando sola sulla superstrada. Io d’impulso ho gettato le chiavi dell’automobile. Mi ha trascinato come una bambola. Ho avuto paura che non avrebbe smesso. Per fortuna, in macchina, c’era un altro maschio.

“Io in mezzo alla strada, gridavo “Ferma!”. Urlavo al telefono: “Mi sta picchiando”. Mi hanno risposto: “Mi dispiace signora, non abbiamo una pattuglia libera”. Ho le chiamate registrate. Poi passa la polizia stradale e l’ambulanza, in mezzo alla strada e li fermo. La polizia mi ha guardato e hanno continuato. L’ambulanza si è fermata e grazie a loro mi hanno portato via”

valentina